Festival U18 di Rugby – Benino le donne, macho gli uomini

Edimburgo – Partita per 12 a 0 contro il Galles nel match d’esordio e pareggio per 0 a 0 contro il patron di casa scozzese chiudono il primo giorno del Festival U18 riservato alle rappresentative nazionali femminili di categoria delle sei Union/Federazioni del Six Nazioni, e giocato i suoi tempi unici di 35 minuti con regolamento regolare (ingaggio controllato, cambio volanti, limitazione della tattica calcio).

Nella gara d’esordio, andata in scena sull’erba del Dam Health Stadium che ospita l’intera manifestazione, le ragazze riempite da Diego Saccà hanno alzato la maggiore fisicità delle gallesi, apparse più solide nelle giocatrici di mischia e più performanti nei tempi di gioco sui punti d’incontro, ma soprattutto più abituate al gioco a quindici su campo aperto.

Molto buono invece l’atteggiamento difensivo dell’italiano, che incassano il primo gol per una decina di minuti e il secondo intorno al 25′, evitando il match in crescita.

Mezz’ora di break e poi subito sotto con el secondo incontro a calendar, quelo con la Scozia: questa volta molto deciso il piglio Azzurro fin dalle primissime fasi, di pari passo con denza sempre più evidente mano che la gara si sviluppava.

Inutili i tentativi del Cardo di varcare ospite il gol, con un molto efficiente e almeno un paio di occasioni in attacco che viceversa potrebbe regalare maggiore soddisfazione alle italiane.

Prossimo apppuntamento il match, che torna i suoi 70 minuti, mercoledì 13 aprile contro la Scozia.

Festival Uomini U18

Parigi – Al debutto al Festival Sei Nazioni U18 di Parigi-Marcoussis gli Azzurrini guidato da Roberto Santamaria se affittato da 17-31 ai pari età scozzesi.

In anticipo nel punto della prima stanza del garage, di solito è dominante nelle fasi ordinate, Botturi e la compagnia alla lunga concede qualsiasi tipo di troppo agli scozzesi – complici a paio di grossolani errore individuale – e dopo essere rimasti a contatto nella prima frazione di gioco, concluso in vantaggio 12-19 per i giovani Highlanders, ha perdonato il secondo terreno, concedendo un rigore troppe agli avversari e chiudendo in inferiorità numerica, con un gol in battute finali di gara che rendono troppo pesonte il passivo per un’Italia che, per lunghi tratti, ha dato l’impressione di poter recuperare un incontro macchiato da troppe imprecisioni.

Prossimo appuntamento, sempre a Marcoussis, mercoledì alle 16.40 contro l’Inghilterra.

Parigi Marcoussis, sabato 9 aprile
Festival Sei Nazioni U18, prima giornata
Italia-Scozia 17-31
Marcatori: 6′ m punto. zucchine (5-0); 17′ m. bloccare il traffico Townsend (5-7); 23′ m. Bozzo tr. Brisighella (12-7); 30′ m. giovane trio Townsend (12-14); 35′ m. Jarvie (12-19); strada 11′ m. Elettri (17-19); 28′ m. Jarvie (19-30); 30′ m. Caqusau tr. McLean (17-31)
Italia: Brisighella; Scalabrin, Bozzo, Valzella, Elettri; Bianco, Jiménez; Botturi (cappello), Zucconi, siciliano; Ferrari T., Toninelli; Ascari, Gasperini, Gandossi
altri entrati: Ferrari S., Frattolillo, Gallorini, Mirenzi, Padovani, Casilio, Cinquegrani, Nanni, Telandro, Imberti, Sodo-Migliori
Scozia: Marrone; Jarvie, Johnston, Thom, Caqusau; Townsend, serratura; Currie, Job, McConnell (cap); Maitland, McVie; Dean, Young, Smyth
altri membri: Brogan, Blyth-Lafferty, Brylak, Weir, Hart, Wallace, Patterson, McLean, Thomson, Ventisei, Muirhead
Cartellini: 30′ via. Giallo Telandro (Italia)

Pubblicità

Add Comment