Germani, solo lode alla sola professata

UscitaVieni in fretta, in nome della differenza. A Germani non sempre in controllo ma sempre, comun que efficace conquista l’ennesima vittoria consecutiva. Lo fa schierando la solita difesa incredibilmente aggressivo ed efficiente, che gli ha permesso di reggiare numerosi palloni ed involarsi spesso e volentieri in campo aperto. Godendo di una caratteristica peculiare della squadra partenopea, ovvero quella di concedere spesso e volentieri agli avversari delle transizioni comode che sono state più che mai fondamentali. Ringrazio ovviamente tutte le caratteristiche che non smettiamo mai delencare ed elogi della squadra di Magro: la capacità di aggredire i portatori di palla, perché devo intercettare le linee di passaggio e porre raddoppi efficaci roundo i biancoblù una delle difese più forti della serie A.

Anche nell’attacco a difesa schierata la Germani, soprattutto nel primo tempo, ha ottenuto spesso e volentieri dei tasso di buona qualità. La capacità di servire il rullo e di girare il pallone sul perimetro quando il Napoli ha concentrato la sua radiazione nel confronto di Mitrou-Long e Della Valle ha senza dubbio tolto, quasi isolato dal gioco e dovuto dai bolieri bresciani, ha a suo tempo permesso agli altri interpreti della fase offensiva bresciana di essere sicuramente più efficace.

Mentre il Napoli sia cita in modo sostenibile Giocare la parte perfetta dal punto di vista difensivo, Brescia ha comunicato trovato il modo – cavalcando gli «eroi inaspettati» come Moore, ad esempio – di strappare altri due punti in classifica. Dimostrando che questa squadra che, partita in partita, può sempre e comunque trovare nuovi modi di incidere sugli avversari.