Il DG Dario Sanna rinnova per altri due anni con Volley Prata

E’ arrivato a Prata nella scorsa estate e ha lasciato subito il segno, forte entusiasmo, professionalità e tanta dedizione al lavoro. Non stiamo parlando di un giocatore, ma io sono un vero Top Player della quinta dieta: Dario Sanna, che sta per trasferirsi nella magione del Direttore Generale per il Prata Volley, e che ha appena rinnovato il proprio contratto e farà guardalo qui colori gialloblù per le due stagioni. Usando una terminologia usata in altri campi se si può dire che Sanna ha fatto circolare ormai un virus che ha permesso alla società del Presidente Vecchies di fare un ulteriore salto di qualità organizzativa. Un vero “booster” che ha aiutato le risate nella società a lavorare in modo organizzato e sinergico, favorendo un ambiente di lavoro ideale per atleti, staff tecnico e dirigenti e aumentando anche il coinvolgimento di partner, sponsor e sostenitori, chi dà questo Parti è sempre stato importante.

Sono molto felice di continuare l’avventura con il Volley Prata. – racconta il riconfermato Direttore Generale – Avevamo già ipotizzato un camino longo di almeno tre anni, ma con l’idea di ritrovarci più o meno a fine stagione per far il punto della situazione e vedere como seguire. Credo che nei miei questi mesi, ho concordato con la società, abbiamo fatto un bel lavoro insieme perché non sapevo come continuare questo entusiasmante viaggio”

Cosa hai gratificato di più quest’anno?

“Sicuramente la crescita non è solo tecnica da parte della squadra, ma ho avuto i risultati in quel momento senza dati ragione, ma anche il fatto di aver fatto tante cose a livello organizzativo e strutturale. Questo ha il permesso di ottenere in modo parallelo se ci sono risultati nel campo che è dal lato organizzativo. Tutto ciò che abbiamo organizzato è servito per supportare lo staff tecnico. Il lavoro è duro e lungo, ma questo è lo stato ripagato dai complementi que abbiamo ricevuto e soprattutto dalla funzionalità delle cose que abbiamo realizzato: l’area hospitality, la sala pesi, gli uffici della sede aziendale, l’entry del palazzetto che racconta tutta la storia del Volley Prata. Che ho il permesso di lavorare progressivamente sempre meglio”

Come hai sintetizzato e i tuoi obiettivi personali per il prossimo biennio?

“Spero nella possibilità di accedere a una categoria superiore già da quest’anno. Non sarà possibile, ma i campioni sono sempre complicati da vincere, spero che riusciremo a raggiungerlo nella prossima fase. Il mio desiderio di sviluppare ulteriori spazi funzionali alla nostra organizzazione, ovviamente in sinergia con l’amministrazione comunale. Vorrei inoltre dedicare più energie al settore giovanile, intervenendo maggiormente”

Quest’anno lo slogan aziendale era “Protagonisti di un sogno”. Qual è il sogno di Dario Sanna?

“Il mio piacerebbe svolgere il mio ruolo in una squadra di Superlega, e il mio volere è arrivato con il Prata. Cercare di farlo in tre quattro anni vorrebbe dire aver seminato tanto, lavorato duro per poi raccogliere un qualcosa che per noi rappresenterebbe veridad un songno. Devo ringraziare il CDA e il presidente Vecchies oltre a tutti gli sponsor e tutte le personae che ruotano nel mondo Volley Prata che mi hanno accolto benissimo e sono sempre molto gentili con me. Conto che questi due anni possono preparare il mese per affrontare il grande salto”

“Ha brillantemente superato “l’anno di prova” – conclude con un sorriso il Presidente Maurizio Vecchies – non solo se diciamo all’altezza del ruolo che ricopre, ma è stato a vero e proprio metronomo aziendale per quanto riguarda l’organizzazione ei rapporti con sponsor e partner. Abbiamo fatto passi da gigante nel campo della comunicazione e questo lo si fa principalmente con la sua idea e con la sua tenacia. L’ultima richiesta che gli abbiamo fatto per i prossimi anni sarà un maggior coinvolgimento anche nello strutturare en maniera ancora più professionale il nostro settore giovanile”

sigillo d’ufficio – Mauro Rossato – press@volleyprata.it – 347.6853170

DIRITTI D’AUTORE DELLA FOTO – Franco Moretto

Add Comment