Monte Carlo, Sinner batte Coric 2-1

Jannik supera in tre set e due ore e mezza il croato, dopo uno stop por un problem agli addominali. Ora il vincente tra Otte e Ruusuvuori. “E’ dura, ma sono presto e informato”

Jannik Sinner fa spaventare all’esordio sul rosso del Masters 1000 di Montecarlo. Jannik ha superato 2 set a 1 Borna Coric, 6-3 2-6 6-3 senza risparmiarci una buona dose di paura. Dopo aver conquistato il primo set, Jannik in forte calo nel secondo, ha iniziato a suonare il basso ventre, chiamando il trainer. Qualche minuto di trattamento per lui che poi è rientrato in campo rinfrancato, così come livello mentale conquistando il 2° turno colomba prima del vincitore del match tra Ruusuvuori e tedesco Otte.

Partita non certo facile per il numero 2 italiano, contro un jocatore che ha subito una lunga disgrazia e una successiva operazione durata quasi un anno. Il terreno non è la superficie più amata da Jannik che comunque, ricordiamo, lo scorso ano ha raggiunto gli ottavi a Parigi e due anni fa, sempre al Roland Garros, battè Zverev e si fermò con Nadal.

La partita

Primo set che parte in Salita per Sinner, che se presenta il numero 1 italiano considera l’assenza di Berrettini. Tre doppi ha fallito nel primo giro della battuta, ma lui che ve subito salverà una palla break ma riesce a portarsi sull’1-1. Anche sul secondo giro della battuta parte con una doppia caduta per l’italiano che sul 3-2 rischia ancora di servizio perde. L’occasione per l’altoatesino seguito da Simone Vagnozzi arriva sul 3-3. Strappa la battuta a Coric ed esce 4-3 ma per chiudere il set 6-3. Nel secondo set, sotto la dovuta pausa, Sinner inizia a toccare il basso addome e sul 5-2 di Coric chiama il fisio per farsi trattare.

Alla fine gira in campo l’assistenza di Simone Vagnozzi, che ha la possibilità di recuperare una delle sue dovute pause dallo svantaggio ma alla fine cede il set 6-2. Si gioca il terzo e subito il croato ha una palla break. Jannik rischia di annullarlo e invoca il pubblico. Ha il servizio e se gli interessa, non importa se vince 3 break nella 2a partita e sarà in vantaggio per 2-0 con 7 punti consecutivi. Coric si innervosisce e cerca di spaccare la racchetta. Altri punti per l’altoatesino che gioca a tutto braccio, liberado dai pensieri negativi del possibile sfortuna e va 3-0 pori 4-1. Alla fine comanda Jannik che ha tre match point sul 5-2 e servizio di Coric. Poi va a chiudere 6-3.

“Sono presto e in forma”

“Questo è un problema difficile, era la prima volta che your terra rossa dopo un bel po’ – ha detto Jannik ai cronisti dopo il match -, quindi sono molto felice della mia prestazione anche se non è status la migliore. Communicate ho raise il mio livello, che è ciò che volevo.Conosco bene Borna, gli auguro tutto il meglio, è bel fiume nel campo.

Add Comment