grande gioia per Cobolli, enorme rammarico per Cecchinato

Inizio di qualificazioni dalla doppia faccia per i colori italiani al Rolex Monte-Carlo MasterPrimo Masters 1000 Stagionale sul rosso. Il 19enne Flavio Cobolli ha approvato il secondo turno del tabellone di qualificazione sconfiggendo a tempo debito il capo della serie numero 2 del tabellone cadetto Hugo Gaston (prima vittoria in carriera nelle qualificazioni di un 1000 per Cobolli), mentre il n. 97 nel mondo Marco Cecchinato supera una sconfitta contro il NextGen l’argentino Sebastian Baez, non guadagnando 2 match point e vincendo un tie-break decisivo 5-1, buono per aver perso 6-7(4) 6-1 7-6(6). Per il tennista siciliano si tratta della nona partita consecutiva, ancorata alla seconda delle sorprese del 2022.

[WC] F. Cobolli b. [2] H. Gaston 6-4 6-2

Cobolliin gara grazie ad un carta jolly concessione Dagli Organizzatori, inizia la partita senza timore, accerchiando ogni volta che accendo il controllo del cambio, scendo sempre in campo. Il canto del suo Gaston mostrava poca incisività con il cugino e poca precisione con il suo cavallo di battaglia, la palla corta. Flavio è devastante con il cugino e risponde in posizione aggressiva sulla seconda del francese, attaccando con il dritto quando ne ha l’occasione. Gaston sale il Inizia lo sprint di Cobolli E quando le forze italiane è lui il primo a sbagliare. In pastella d’occhio l’italiano se issa sul 4-1 con il dovuto riposo di vantaggio.

Dopo 10 prime di fila, ma di poco penetra al servizio di Cobolli con Gaston che rischia ad essere più aggressivo sulla seconda. Il francese se cerca due palle break, ma un dritto vincente e un asso tolgono momentaneamente castagne dal fuoco al giovane italiano. Cobolli, tuttavia, non rischiare a chiudere e un brutto tentativo di dropshot rimettono in gioco Gaston.

A rete il 19enne non sempre preciso e cominciò a commettere sempre più errori mentre Gaston, por lontano dal suo miglior livello, iniziò a girare sulle misure all’italiano, recuperando una delle dovute pause di svantaggio. La fatica del francese per salire sul set non è bastata. Cobolli gestisce bene il turno di servizio, pur con qualche errore, e il parziale al primo chiude il set point per 6-4.

Secondo set che vede Cobolli partirà più aggressivo mentre Gaston torna ad essere quello di inizio match, ripetendo ancora una volta più faultoso. Piazzato il break Cobolli, tuttavia, si disunisce non mettendo la prima in campo e con tres gratuitos restitutionisce il break al francese. Gaston seconda sulla è non pervenuto (chiuderà il secondo set con 1 punto su 8) e per il tennista romano, nato a Firenze, è una formalità riprendere il gioco di vantaggio. Tenuto con tenacia il servizio un delicato sesto giocoCobolli breakka again Gaston con due risposte vincenti strappando gli applausi del publico del Court Rainier III y si invola verso il successo chiudendo il match con un’ottima prima.

Cobolli parteciperà al secondo turno il vincente della sfida tra Gianluca Mager ed Emil Ruusuvuori e essere dovrebbe protagonista di un viaggio oltre confine. Infatti, alle 16 dovrebbe giocare il finale di doppio del Challenger di Sanremo in coppia con Matteo Gigante, salvo forfait dell’ultimo minuto. Prova ad opporsi a quello che andrà in scena a Rune, vittorioso in finale al Challenger di Sanremo, che sembrerebbe scalare in campo anche a Montecarlo alle sabato 17 per la qualificazione.

Giuseppe Di Paola

[4] S. Baez b. M. Cecchinato 6-7(4) 6-1 7-6(6)

Incredibile la sconfitta di Marco Cecchinato, batuto in rmonta di Sebastián Báez sul Campo 2 del Montecarlo Country Club. Forse è il sconfitta che fa più male delle 9 patite in questo inizio di 2022, perché è andato davvero vicinissimo a quello zero dalla casella delle vittorie stagionali, che purtroppo ancora permane. Marco ha iniziato bene la partita, girando in maniera piuttosto sicura e guadagnandosi anche un break point, l’unico del primo set, sul 3-2 a suo favore. Il giovane Baez, classe 2000 che se si è fatto vedere alle Next Gen Finals di Milano a novembre, si è fatto conoscere e ha salvato il break. anche nel tie-break del cugino parziale è stato l’azzurro a partere più convinto e questo è stato pagato alla fine, quando un paio di errori de Baez gli hanno permesso di incassare il set.

Il secondo parziale invece è partito in salita, con un break conquistato dall’Argentina nel quarto gioco. Marco ha provato a scuotersi per provare a girare subito in partita, ma una volta finito sotto 4-1, ha preferito “sciogliere” e conserva scientilmente energie preziose in vista del set decisivo. La scelta dell’azzurro è apparsa discutibile in apertura del terzo set. Improvvisamente ha acconsentito per un break di Baez, ma se viene salvato con una serie di punti giocati in maniera aggressiva, lui senza rimarere un filo dal fondocampo. Importante anche la metropolitana a presenza discreta di italiani sugli spalti che in una godibile giornata a livello meteo si sono offerti volontari per tenere Cecchinato nella sua timida vittoria nella prima partita del 2022.

Gli appassionati hanno accompagnato esultanti il ​​​​​​break che ha permesso all’italiano di portarsi sul 3-0. Come prevedibile, però, la scarsissima fiducia data dall’altro sconfitte consecutivo ha influito sull’atteggiamento del Ceck. Baez ha parato una partita di 4-0, punteggio che probabilmente aiuterà Marco a guardare più rilassato e gestire la parte migliore nel finale. Invece ha vinto una partita brutta alla battuta e ha subito il contro-break sul 4-2. Da qui in anticipo ma Sono diventate le occasioni migliori per chiudere: giocando a manciata di punti ben manovrati, anche con uno dei colpi che ha sentito meno nel match, il rovescio, è uscita 5-3 e servizio. Un viaggio frenetico nel suo turno di battuta ma: un altro contro-break gentilmente offerto a Baez. Grandi meriti vanno dati all’argentino per aver salvato con una volée vincente e un drive inside-out perfettamente piazzato sulla riga e due match point che Cecchinato si è procurato sul 6-5, in risposta.

Se si arriva ad un altro tie-break e anche in questo caso è lo stato del punto di osservazione. Addirittura 5-2 con due servizi a disposizione per chiudere la parteta. Ha voluto giocare due palle corte con poca lucidità, un’aggiunta al volo, sbagliando entrambi. Báez si è ribaltato perché ha un tiebreak e un secondo match point con una vittoria preziosa dopo 2 o 40, 6-7(4) 6-1 7-6(6). Servire il più presto a victoria a Cecchinato per togliersi di dosso queste enormi insicurezze che oggi l’hanno portato perdere una partita che aveva stretto in mano più volte.

antonio orto

Il consiglio principale di Monte Carlo

Add Comment