La Ferrari vince perché può scegliere – Federico Albano

Il Gran Premio d’Australia ha consacrato a verdetto inconfondibile sui valori in pista, quantomeno a Melbourne, non sono solo. Leclerc con il tuo F1-75 dire oh dominatonon c’è altra parola per descrivere la performance della rossa numero 16. L’ha detto lui, ma è stato evidente la gara, il monegasco poteva fare quello che voleva con la sua macchina, i giri veloci uscivano senza che lui né li cercasse, e alla fine il giro veloce assoluto è arrivato la sua gomma dura vecchia 36 giri, in un ultimo turno in mezzo al traffico, mentre Fernando Alonso con rubber average di appena 3 giri non riesce a trovare un tempo più vicino di 6 decimi. Questo serve una sfida l’idea di un grande vantaggio che la scuderia di Maranello ha portato in pista nella gara australiana, frutto di una serie di gare qualità che questo fine settimana hanno avuto più peso rispetto ai primi due, ma soprattutto della libertà di scelta di cui godono gli ingegneri della rossa in questo momento.

Dopo la gara di Jeddah se si fosse diffusa una certa volontà di sulla differenza di velocità di punta della Ferrari. La verità ma è la potenza non mancaè al contrario il carico aerodinamico che abbonda. La velocità più alta può essere utile situazioni di battaglia molto tirate, ma nell’economia di una gara e de un campionato è il carico verticale a Ho il coraggio di frutti in assoluto migliori. Al contrario, quanto se posso pensare alla cura aerodinamica non è un’opzione naturalmente disponibile da tutti. Non abbastanza “dare più ala” per ottenere il carico complessivo voluto, ma è una caratteristica naturale della vettura e con ciò il risultato bilanciamento. Per poter utilizzare “l’arma” dal carico bisogna avere appunto dovuta frequenza nella tariffa: il possibilità di “metterlo” sulla vettura l’A potenza per contrasto l’aumento della resistenza derivativa. Quanto accaduto questo week-end mostra come si mangia al momento a Maranello le frecce ci sono entrambe e sono state scoccate a piacimento. lo pubblico versetto precedente della bilancia La protezione dell’avantreno che protegge la venatura è possibile grazie all’aerodinamica del semplice risposta a sorpresa alle variazioni di assetto y ad una Power Unit che ha garantito la rotazione necessaria per compensare la scelta storia. un gamma di opzioni che agli avversari sembra cura dell’uomo proprio adesso. Sulla vettura di Verstappen i tecnici della Red Bull hanno uomo mano maggiore carico aerodinamico nella sfilata del fine settimana, ma senza poter arrivare al livello della F1-75 e, inoltre, produrre a bilanciamento che al pilota non è mai piaciuto in quanto foriero ho dato a precedente particolarmente debole. In gara ciò si è tradotto con una gestire gomme pessima per la RB18, con Verstappen che si è girato con il piede alzato per chiudere per trattenere in ogni modo gli pneumoniai, accusando un ritardo medio di oltre 7 decimali al turno nel primo stint, e circa 4 nel secondoprima poi del ritiro.

È chiaro che queste possibilità di scelta sono frutto di una vettura crema beneche offre una vasta gamma di opzioni di ingegneria e pilotaggio e racconta le motivazioni di una rosa che si mostra gareggia tutte e tre le piste senza chi ha contraddetto. La capacità di gestire la gomma grazie alla cura aerodinamica è un’arma militaree la superiorità in questa materia della Ferrari se palesa se si rileva che in tutti gli stint di gara fin que percorsi nel mondo, l’solo Quando la Ferrari non ha mostrato un gradino superiore alla Red Bull, è stata la seconda a Jeddah, quando la gomma dura ha mostrato di non mostrare alcun grado e ha indicato l’arma principale nelle mani di Leclerc. Nel complesso la squadra rossa sta comunque stringendo a prestazioni del tutto superiori: anche a Melbourne le Ferrari non hanno mostrato molto lavoro preparazione in fabbrica migliore, con una base attiva già ottimo fin dal venerdì. Che ovviamente acconsentì di affinare le scelte nel corso del weekend, arrivando lì sessioni che avevano a pacchetto molto ben ottimizzato. Mantenere le vetture però sembra che addirittura ci sia ancora più margine da spremere per la rossa. Annuncio Più si riesce sorpassare il monoposto e più aumenta il carico aerodinamico generatore dai canali venturi. Questo porta a doppio vantaggio la sua efficienza aerodinamica, se perché il carico generatore del fondo ha un impatto minore sulla sua resistenza all’avanzamento, se perché a maggior carico sul fondo consent point di ridurre l’incidenza della ali. Il Toro Rossograzie a fatto di non soffre di focenariesce già a girare con una vetura estremamente basso Sull’asfalto e no è detto che la sua migliore efficienza in allungo sul dritto non dipenda dà anche questo in modo significativo. ferrari ah ancora margine paretiano sotto questo aspetto, con a focena che nella terra dei canguro sono stato molto accentato Rispetto alle prime due gare, facendo un po’ semina canguri anche i piloti ferraristi. In pratica l’unica cosa che al momento sembra essere limitata dalla squadra di Binotto è la sua dell’altezza da terra. Ciò significa che nel suo futuro c’è ancora una quantità importante di prestazioni è strano e scegli il preoccupazione dichiarata all’unisono dai rivali.

Rimanendo in casa Ferrari merita qualche parola la posizione dell’altro pilota della rossa, Carlos Sainz. Lo spagnolo è arrivato in Australia probabilmente con il pressione maggiore a rispetto a tutti i piloti in griglia. La paura che Leclerc volasse via in campionato ha evidentemente fatto vivere a Sainz a weekend stile dentro o fuori. Se avessi visto quanto spagnolo fosse, proverei a rilasciarlo, mostrando un disperato bisogno di stare davanti a Leclerc per non rischiare di finirne ad essere il gregario. una serie di eventi fortunato (quella della bandiera rossa abilita al permesso di definirla se è pura) il peso delle Spalle dello Spagnolo prima o poi uscirà Altro livello di supportosfociando in alcuni errore di valutazione. Come quello per cui, invece di accomodante se sabato dessi una seconda fila con una svolta conservativa, Sainz ha provato a lanciare lo stesso con gomme fredde finndo per committere un errore, oppure come quello in gara, con l’uscita in ghiaia nell’ansia di recuperare posizioni. L’impressione è che la fuga en classifica di Leclerc possa essere Un alleggerimento per SainzChe non siamo avrà più l’ansia di risposta una immediata alle prestazioni del compagno, ritrovando quindi una lucidità che questo fine settimana (per un motivo o per l’altro) gli è mancata.

Nutro il duo di testa troviamo una Mercedes che, dopo essere rimboccata le maniche, trova una gara positivagrazie anzitutto ad una grande prestazione del pilota e ad una gestione gomme in qualsiasi modalità migliorata. Il problema di focena è enorme ancora, e il distaco è stato ancora di a circa 1 secondo dal turno della Ferrari di Leclerc, ma le premesse waso for a weekend molto peggiore di quello che è stato. Il fatto che Perez ha girato i suoi tempi non troppo fun del duo Mercedes dà l’idea che nel weekend australiano sia stata Toro Rosso anno Domini sarò indietro Rispetto per il gruppo. Entra a far parte del team di Wolff risorge anche in alcun modo il McLaren. Sarà difficile capire le alte prestazioni del team di Woking, so che è nata la MCL36 nascondi molti problemi, contro asset e instabilità aerodinamica, grazie asfalto nuovoStile di parte, dal tracciato australiano.

Ancora una svolta davvero l’applauso Voi nuova gomma Pirelli. Abbiamo visto vetture andare in crisi sulla dirige pneumoniai per un assetto non ottimale e allo stesso tempo chi, come polpetta è riuscito a fare tutta la gara sullo stesso treno di gomme dure, trovando grazie a ciò il primo punto iridato per la Williams. Il prodotto della casa italiana continua rispecchiare le richieste ricevute ed è selettivo, pur consentendo ai piloti di Espingere al Massimo in un turno quando hanno un buon equilibrio, facendo quindi godere al pubblico spettri naturali e non artificiali.
Imola weekend importante – Dopo Pasquale pausa la Formula 1 arriva in Europa e in Italiacon la gara di Imola. Dal tracciato Romagnolo si potrà arrivare molte Risposta finale. La pista è estremamente infatti tecnico e selettivoe non potrà che emergere il vecchio migliore. Sarà inoltre il fine settimana di esso bonus di qualificazione sprint della stagione, e quindi i team avranno basta una seduta per ottimizzare gli assetti delle vetture, diventando fondamentale il Lavoro in fabbrica frode tantissimi punti in baldacchino. In questo momento, la sua lettera, il La parte preferita della Ferrari. Ma Red Bull e Verstappen restano avversari estremamente paurosiche inseguiranno con forza un risultato importante, vi ricerca a colpo al morale della squadra di Maranello. Le nuove vetture, inoltre, anche a Melbourne hanno confermato di potersi continuare molto di più da vicino rispetto al passato e al suo circuito intitolato Enzo e Dino Ferrari garantire uno spettacolo bello.

VET | Federico Albano

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment