Monte Carlo Masters 1000: brutta sconfitta per Djokovic in mezzo, perde in tre set contro Davidovich Fokina (Video)

Djokovic esce improvvisamente dal Principato

Rientro da incubo di Novak Djokovic a Montecarlo. Il n. Djokovic ha pagato a caro prezzo la lunghissima assenza dai tornei: era fermo lo scorso febbraio quando perse nei quarti a Dubai da Vesely. Per le sue “note” posizioni anti vaccino, il trasferimento americano è balzato e Se sono presente nel Principato con una buona condizione fisica, sono tennisticamente incerto. Troppi gli errori, alcuni incredibili (Anche in campo aperto due passi dalla rete), Poca intensità, poca fiducia e feeling con il campo e con lo scambio. Un Davidovich Fokina molto aggressivo e deciso ha sminuito fin dall’inizio alla fine.

Nella bagarre del secondo set, grave per Djokovic che è servito a vincere il secondo set sul 5-4, ha commesso un errore, mentre l’uomo iberico ha dimostrato grande coraggio camminando sulla propria insicurezza. Se ho salvato il Novak tibreak, ma nel terzo non-stata partita, improvvisamente sotto e davvero competitivo. Sulla terza parte si è trovato anche in difficoltà fisica il n.1, incapace di contenere la spinta forsennata del rivale, commettendo tanti errori in tutte le fasi di gioco.
Una sconfitta che complica ancora più la stagione di “Nole”. È evidentemente il suo bisogno di giocare partite per ritrovare una buona condizione. Non potrà farlo in questo torneo, non sappiamo quanti altri riuscirà a giocarne.

Nel primo set Djokovic salva improvvisamente per una pausa nel primo gioco e nel terzo rinuncia al servizio, nonostante l’incertezza e il testacoda dell’ADF. Novak alza un doppio break, ma 1-4, ma se prende una partita in risposta porta 2-4 (maschio Davidovich, anche doppio fallito). Chiude 6-3 l’iberico al nino gioco, con il terzo break del set, contro un Djokovic davvero saggio e fallimentare anche in cambio normale, che si è regalato giocando con pilota automatico.

Il secondo set è un ottovolante continuo. Djokovic va solo 0-30, non rischiando uno strappare il contro break al terzo turno non godendo nessuna delle 5 palle break otenute, con lo spagnolo divorato dalla tensione. Quindi una serie di break e break, con una partita disastrosa di Davidovich nel nono game (3 doppi falliti!), che manda l’esperto rivale a servire per il set. Novak ma non rischiare di prenderti cura del tuo miglior tennis. È esitante, sbaglia e si fa aggredire invece di imporre la classe, presenza ed esperienza. Se va al tie-break, il film della partita non cambierà. Davidovich scatta veloce, se lo porta avanti 3-1. Djokovic se risponde sotto, bene a 5 pari. Lungo s Cambio, il braccio di Alejandro si irrigidisce e stecca col diritto. 6-5 e Set Point Djokovic, in ritorsione. Arriva un punto bizzarro, si chiude il n.1 con un comodo passante di diritto. 7-6 Djokovic, se va al terzo.

Quando la partita semina ruotata dal serbo, Novak invece crolla, mangia tennis e mangia fisico (e testa). Inizia male il terzo set, rinunciando all’improvviso al servizio (con un doppio fail). L’iberico non si fa pregare; a tirare a tutta, vacino a strappare il doppio break (no trasforma ben 3 palle break) e poi è bravissimo a cancellare palla de contro break a Djokovic, portandosi 3-1. La partita di n.1 si chiude di fatto sulla casualità non trasformata. Crolla nella spinta, errori, mentre la martellata di Davidovich Fokina preme, come nel primo set. Novak cede a quota 30 nella quinta partita, finendo solo 1-4 e perdendo l’ultimo turno di servizio nella seconda partita. Una vittoria assolutamente meritata per Alejandro, bravo a spingere e imparare grandi rischi per tutto il match, trovando picchi di molto alti (e pure giocate da vero funambolo). Pessima invece la performance di Djokovic, lontanissimo dai giorni migliori. Giocando così poco, mangia la ritroverà?

Marco Mazzini

Add Comment