Serie B. Livorno Rugby vittorioso anche con la Roma Olimpic – Livornopress

Rugby

11 aprile 2022

Livorno 11 aprile 2022

Alzi la mano chi lo scorso 5 dicembre, all’indomani della sconfitta casalinga (12-16) con il Florentia (la terza tappa nei primi cinque anni del torneo), avrebbe immaginato di festeggiare una striscia di successi così bella e così emozionante .

Alzi la mano chi pensava che, dopo quella domenica invernale, nella quale in extremis era stata mancata il gol del sorpasso, tutte le condizioni arrivate sette entusiasmo vittorie, tutte quante dal bonus-attacco.

Al turno successivo, il 24 aprile, il Livorno Rugby, capace di segnare 35 punti nell’ultima serie di partite di campionato (di più è impossibile…) giocherà proprio in trasferta con il Florentia.

I biancoverdi, confermandosi sugli alti livelli espressi nelle due favolose vittorie colte in questa gara inaugurale di primavera contro le altre due squadre di vertice (con il Rugby Parma il 27 marzo e con la Roma Olimpic il 10 aprile); Possono sperare di togliersi importanti soddisfazioni pure sul sintetico dei gigliati (il ‘Marco Polo’).

Dopo coccolati i cinque punti ottenuti, di arroganza, contro la Roma Olimpic, e dopo la pausa di Pasqua, se si pensa seriamente a un derby toscano che (Parma permettendo…)

mettere in palio una consistente fetta potrebbe della promozione in A.

I risultati della 16° giornata di B, girone 2 (tra parentesi i punti validi per la classifica):

Jesi – Parma 0-20 a tavolino (Jesi si dimette per problemi con il Covid-19; 0-5); Imola – Modena 7-52 (0-5); CUS Siena – Amaranto Livorno Lions 19-0 (4-0); Livorno – Roma Olimpica 24-13 (5-0); Formígina – Florentia 7-45 (0-5).

La classifica (tra parentesi i punti validi per la classifica):

Parma (12) 51 pp.; Firenze (12) 49; Livorno (12) e Roma (14) 47; Livorno Amaranto Lions (12) 35; Modena (12) 32; CUS Siena (13) 25; Formigine (12) 14; Jessi (13) 8; Imola* (12) -1. *Imola conta 4 punti di penalità.

Il cugino vedrà promossa. Non sono previste retrocessioni.

Il Livorno Rugby, contro la Roma Olimpic, ha vinto (24-13 nel risultato), ha concordato e, soprattutto, ha ottenuto il massimo possibile.

Le quattro mete acronimo hanno consentito di cogliere anche il bonus-attacco.

Ai capitolini sono concessione demaniale solo briciole (nessun point per gli ospiti).

I biancoverdi si affiancano in laurea al terzo posto l’Olimpic, ma di fatto lo elimina dalla corsa per il salto di categoria.

I bianconeri laziali hanno ben due gare giocate in più rispetto al Livorno e rispetto alle altre due squadre in corsa per un posto al sole (appena quattro gli incontri ancora da giocare per i ragazzi di coach Montella).

I labronici ora accusano appena quattro lunghezze di ritardo dalla vetta.

Gara intensissima, sotto tutti i punti di vista. I biancoverdi partano a razzo.

Il miglior lavoro nella fase statica del pacchetto mi permette di mettere in evidenza il talento del primo medi Alessandro Gesi (il diciottenne, al suo reentro dopo il longo disgrazia).

Primo minuto tutti di marca locale. Il solito implacabile – e implacabile – terzo centro Basha apre le mark al 3′.

Il suo obiettivo è trasformare il Gaggero, a volte bloccato al centro.

Altra marcatura sfiorata dai livornesi che poi al 12′ allungano; Favolosa fuga dalla fascia sinistra dell’ala Nicola Zannoni, che deposita un’altra linea fatale.

12-0 e con te tornerò. L’Olimpic si accorda con una piazza dell’apertura Valsecchi (12-3 a 22′), ma l’inerzia è sempre nelle mani degli uomini di Zaccagna. Se scalda, anche livello agonistico, l’encontro.

Giallo per il centro dei romani Zorobbio (29′) e seconda personale – terza di squadra – di Basha, ancora di forza (35′).

Dopo la sua marcatura (e prima della realizzazione da Gaggero per trasformazione il massimo vantaggio del match, 17-3), baruffa generale che ha coinvolto praticamente tutti e contendenti in campo.

L’arbitro decide se aspettarsi la fine dei padroni di Casa Chiesa e la seconda linea degli ospiti di Fatucci (e per ‘capri espiatori’).

All’intervallo livornesi avanti 17-3, con il bonus-attacco ad un passo.

Le due formazioni – rientrato sul terreno di gioco Zorobbio – tutta la ripresa 14 contro 14.

In avvio di ripresa (3′) i romani trovano, con un briciolo di fortuna (leggi rimbalzo dell’ovale che beffa avversari previsti) il primo gol della propria gara. Un bersaglio l’ala Pastore. Valsecchi si trasforma e poi, al 5′, segna un nuovo rigore.

I capitolini, godendo in primis dei doti balistici della mediana di apertura stessa, se riportano pericoloso sotto (17-13). Nella parte centrale del secondo tempo si discosta dalle due squadre sono granitiche.

Livorno, dopo averla sfiorata con Gaggero, con un’azione sviluppata sull’out sinistro, segna la meta-bonus.

A segnare il frutto di una condotta giocata di forza, con l’inarrestabile torre Tommaso Ficarra (che si festeggiava il 3 aprile e i suoi primi 21 anni) capace di sorreggere il muro dell’anniversario. Gaggero si trasforma per il definitivo 24-13. Dopo la Pasqua, si potrei pensare alla rivincita con il Florentia..

LIVORNO RUGBY – ROMA OLIMPICA 24-13

LIVORNO RUGBY:

Chiesa T.; Citi, Gaggero, Martinucci, Zannoni N.; Gesi Al., Tomaselli J.; Basha (35′ Menicucci), Merani, Cristiglio A.; Gragnani Giac. (cap.) (17′ pt Piras), Castellani; Ficarra, Bufalini (18′ Santi), Ciapparelli G.. A disposizione: Andreotti, Mattei, Chiti, Freschi E.. Tutti: Marco Zaccagna.

ROMA OLIMPICA:

Pollak (Via Mernone 26′); Fabio, Battarelli (cap.), Zorobbio, Pastore; Valsecchi, D’Angeli (22′ Calle Casasanta); De Biaggio, Fratini (22′ Lo Guzzo), Romagnoli; Bernasconi (22° Terribile), Fatucci; Tarantino (26′ di Giacometti), Perissa, Vivaldi. A disposizione: Bianchi, Casagrande. All.: Daniele Montella.

ARBITRO: Carmine Marrazzo di Modena.

MARCATURA:

nelle m (17-3) 3′ m. Basha tr. Gaggero, 12′ m. Zannoni, 22′ cp Valsecchi, 33′ m. Basha; strada a 3′ m. Pastore tr. Valsecchi, 5′ cp Valsecchi, 33′ m. Ficarra tr. Gagger.

NOTA:

giornata di sole Espulsi per reciproche scorrettezze (35′ pt) Chiesa T. e Fatucci (i due sono stati i ‘capri espiatori’ di una rissa generale). Espulsione temporanea di Zorobbio (29′ pt). Calci piazzati: Valsecchi 2/3. In classifica 5 punti per il Livorno Rugby (successo con il bonus d’attacco; quattro gol realizzati) e 0 per la Roma Olimpic (battuta con margine superiore alle sette lunghezze; un gol raggiunto).

Add Comment