STREGATA DI PRIMAVERA DI QUINN SIMMONS: SALTA ANCHE LA ROUBAIX

PROFESSIONALE | 04/11/2022 | 12:49

dire tuttbiciweb

Barbarossa stavolta si è fermato… sul ciglio del pavé. Dopo aver conquistato la maglia verde alla Tirreno-Adriatico, il giovane Quinn Simmons puntava ad essere protagonista nelle classiche del Nord e aveva messo nel mirino Fiandre e Roubaix. Tre ritiri in sequenza – E3 Harlbeke, Gand-Wevelgem e Dwars door Vlaanederen – e la conseguente necessità di fermarsi per capire l’origine dei problemi.

A blockcare il ventunenne statunitense della Trek Segafredo è stata un fezione polmonare, un problema che in queste settimane abbiamo imparato a conoscere molto bene perché ha messo in ginocchio mezzo gruppo. Prima la riuncia al Giro del Fiandre, ora quella alla Parigi-Roubaix. «Tanto che la ripresa sarà un po’ più lunga del previsto. Non vedo l’ora di tornare presto al lavoro – ha scritto Simmons sui social – a questo punto agli obiettivi dell’estate e così che si riceveranno presto. Non torno a finire la mia primavera in questo modo, ora devo solo trasformare l’illusione in motivazione».

Trek-Segafredo sta seguendo da vicino il programma di recupero del corridoio del Colorado, al momento le informazioni sul fiume non sono ancora stata fissata. Quanto alla Roubaix, il ruolo di capitano sarà affidato a Mads Pedersen e Jasper Stuyven.

Copyright e copia TBW

Add Comment