Amstel Gold Race, Vince Kwiatkowski al fotofinish

Trionfa il polacco già re nel 2015 dopo un serratissima volata con il francese Cosnefroy. Maschio gli italiani: il migliore è il trentino, 17° a 1’50”

Michal Kwiatkowski (Pol, Ineos-Grenadiers) ha vinto l’Amstel Gold Race, giunta alla 66° edizione: è l’unica prova olandese del World Tour, 254 km da Maastricht a Valkenburg con 33 partenze. Un photo finish diverso come quello dello scorso anno che ha dato vita all’iridato 2014, e da Sanremo 2017, già vincitore dell’Amstel Gold Race 2015 e da due edizioni della Strade Bianche, controllate dal francese Benoit Cosnefroy (Ag2r) che inizialmente aveva risultato. Terzo post di Tjesi Benoot, belga di Jumbo-Visma. L’anno scorso se si fosse imposto il belga Wout van Aert, a photofinish il suo Pidcock. Nel 2020 la morte è stata saltata dalla pandemia nel 2019 con il trionfo di Mathieu Van der Poel. L’ultimo appuntamento italiano resta quello di Enrico Gasparotto, nel 2016, mentre in quest’ultima edizione si conferma il momento difficile per il ciclismo tricolore, visto che fato nessuno di noi è protagonista. Cugino italiano Matteo Trentin, 17° a 1’50”.

ARRIVO: 1. Michal KWIATKOWSKI (Pol, Ineos-Grenadiers); 2. Benoit Cosnefroy (Francia, Ag2r-Citroen); 3. Tiesj Benoot (Bel, Jumbo-Visma); 4. Van der Poel (Wave); 5. Campo (Dan); 6. Ashgreen (Dan); 7. Matthews (Aus); 8. Kung (Svi); 9. Hirschi (Svi); 10. Teun (Bel).

IL PROGRAMMA – La classica olandese era stata anticipata di una setimana, scambiandosi con la Roubaix, perché oggi in Francia c’è il primo turno delle presidenziali francesi. Così domenica prossima, a Pasqua, sarà di scena l’Inferno del Nord, anticipazione di 24 ore della seconda edizione del Processo femminile. Questa setimana si gareggia anche in Italia dalle 12 alle 15: c’è il Giro di Sicilia, con Damiano Caruso e Vincenzo Nibali tra gli uomini più attesi.

Add Comment