Felice Casa ancora in emergenza: Venezia servirà un cartaceo

BRINDISI – Ho decisamente salvato la cassaforte e coltivato ancora qualche speranza di playoff. Con questo doppio obiettivo, Happy Casa Brindisi affronterà il duro trasferimento al Taliercio di Venezia (per mercoledì 13 aprile alle 20) nel recupero della 16° giornata di campionato di Serie A. Il morale della squadra di coach Vitucci è prossimo i tacchi dopo la serie di tre sconfitte di fila culminata con il ko subito sabato scorso a Trento, ma occorre una reazione affinché le ultime cinque tappe della regular season non si trasformino in a via crucis. Certo, l’impegno con la Reyer si preannuncia tutt’altro che agevole. La rosa composta da Walter De Raffaele, in una positiva serie di tre squadre, è in tanti per differenza ed è possibile raggiungere il quinto palo, a quota 26 punti. Se si tratta di una ricorrenza di primo livello, quella potrebbe benissimo essere inserita nei playoff, forte di un roster che si consolida nel corso dell’anno.

La stampa, per quanto di per sé ardua, sarà ulteriormente complicata dalle determinazioni che potranno essere messe a disposizione anche di Vitucci. E’ da vedere se qualcuno fra Udom, Adrian e Clark saranno nuovamente disponibili. C’è da augurarsi quindi che Gentile e De Zeeuw hanno confermato i progressi mostrati a Trento, che Perkins ha lanciato ai lunghi rivali sotto le plance, che Harrison acquisisca maggiore continuità nell’arco dei 40 minuti, che Redivo martelli dalla lunga distanza con Good percentuale performativa. Chiaramente sarà decisivo anche se l’appoggio di Zanelli nella cabina reale, dopo il viaggio, di tanto in tanto, di Gaspardo e Visconti, mi dà poco aiuto da parte del mister. Ma se il gruppo no recupererà lo smalto e l’animus pugnandi della prima fase della stagione, quando hanno vinto un filotto di sei vittorie consecutive, sarà davvero poco da fare.

Eppure serve una decisa sterzata, perché la situazione in classifica non è rosea. L’Happy House è l’ultimo di un gruppo di squadriglie con quota 22 punti, che spaziano dall’ottavo al 12esimo posto. La zona di retrocessione è lontana da sei lunghezze, grazie alla sconfitta rimediata domenica scorsa dalla Fortitudo Bologna (penultima) proprio contro Venezia. L’ipotesi di sprofondare nella bagarre salvezza è quindi a distanza, ma bisognerà return alla vittoria per archiviare questa pratica e cercare di restare agganciati al treno playoff. Il calendario, però, non è dei più semplici. Dopo Venezia, infatti, Brindisi è attesa dai seguenti impegni: Treviso in trasferta, Trieste in casa, Milano in trasferta e infine Derthona al PalaPentassuglia.

La partita contro la Reyer sarà arbitrata dalla tripletta composta da Roberto Begnis di Crema (Cremona), Guido Giovannetti di Terni e Marco Vita di Ancona. La partita sarà trasmessa direttamente dalla sua Discovery plus e direttamente dalla radio sulla sua frequenza da Ciccio Riccio, con telecronaca di Lilly Mazzone e commento tecnico di coach Tonino Bray, fresco di parate conquistate con la Nuova Virtus Mesagne nel campionato C Gold.

Add Comment