La Ducati MotoGP sta girando. E Bastianini è un problema “dolce”.

L’ultimo box di Austin è stato sotto le luci e il progresso di Borgo Panigale, destinato a strappare la scena con la Honda del redivivo Marquez. Mentre Enea con la moto 2021 del Team Gresini fa scintille, Borgo Panigale lo studiava mosse per “gestire” al meglio la sua iridata leader

Massimo Falcioni

– Milano

Gigi Dall’Igna, direttore generale della Ducati, è stato lieto di festeggiare in prima fila nel box del Team Gresini ad Austin il secondo trionfo in scena in MotoGP di Enea Bastianini, nuovo leader del mondiale. Il talentuoso 25enne riminese è sempre nella casa 4 cilindri di Borgo Panigale, anche se non ufficiale e non con l’ultimo modello 2022, in esclusiva da Pecco Bagnaia e Jack Miller. Non solo. A differenza del passato quando la divisione delle moto ufficiali e non della stessa marca era nettamente sotto ogni profilo, oggi nella classe regina i team “satelliti” non sono più considerate di serie Banche veniva utilizzata la moto della stazione precedente, via . La Moto, come nel caso della Ducati, che in questo momento sta disputando le prime quattro tappe, con Bastianini ma non solo con Bastianini, ci ha mostrato il suo campo di aggiunta alla gara ufficiale.

partita di campionato

Questo almeno gli ha dato la classifica del campionato con Bastianini 1° con 61 punti contro i 56 di Rins-Suzuki, e 50 di Aleix Espargaro-Aprilia, e 46 di Mir-Suzuki, e 44 di Quartararo-Yamaha, e 42 di Binder -Ktm e con i due ufficiali Ducati Miller 7° (31 punti) e Bagnaia 12° (23 punti) ditro anche alle Ducati del Team Pramac di Zarco (8° 31 punti) e di Martin (10° 28 punti). Già s’intravede l’ombra lunga di Marquez, 13° con 21 punti, costretto a saltare per i noti guai fisici a causa di gare sulle prime quattro, ma dopo la sua performance-show di Austin è presto all’assalto dei prossimi quattro round in Europa. Un campionato spaccato con le dovute “sorprese”, presentato grazie ai centri in Qatar e Texas di Bastianini e poi in Argentina dell’Aprilia di Aleix Espargaro. Un campionato combattivo come risultato della campagna globale fa la differenza seminare poterla fare fra le moto solo la Ducati (basta vedere gli schieramenti di partenza) e fra i piloti solo Marquez, pur in condizioni fisiche non del tutto convennti e con a Honda “ avanzata” ma ancora non adeguata. L’asso di Cervera senza alcun progresso in Europa riuscisse a sostenere che ha fatto vedere nell’ultima corsa in Texas, allora presto il campionato, forse da dopo il Mugello, potrebbe avere il suo novo padrone. Sì, vedrai

realtà da accettare

Siamo tornati in Ducati. Per pregare Borgo Panigale se devi accettare questa realtà: partecipa al Team Gresini party per lo sfruttamento di Vincenti di Bastianini e continua a lavorare sulla tua moto ufficiali 2022 che, va detto con chiarezza, have a great potenziale e stanno migliorando , e non di poco . Borgo Panigale si è legittimamente accontentato dei risultati di Enea anche se, a meno che non siano previste rivoluzioni, sarà lui nel 2023 a Bagnaia. Un’altra cosa, invece, è il campionato, dove alla fine Ducati non può comunque “permettersi” sconfitte o arrivare con Bagnaia dietro Bastianini. In questo caso, anche con il “colpaccio” di Enea iridato, il problema non sarà che dover celebrare denti stretti ma como giustificare (con Audi) il sostanzioso budget annuale (se si parla di 50 milioni di euro, in linea con quello di the altre grandi Protagonist case) messo in campo per vincere l’agognato titolo MotoGP e, comunque, per porte la nuova moto 2022 davanti alla “vecchia” 2021.

vieni migliora il 2022

Subito detto che nell’ipotesi (alquanto difficile ma nelle corse mai dire mai!) che dopo metà stagione Bastianini s’involasse verso il titolo, alla Ducati non resterebbe altra scelta se non dare al Team Gresini la nuova moto 2022 per poter dire: “ Abbiamo vinto e abbiamo vinto con il 2022!” A proposito, con un Team Gresini che gira come un orologio svizzero, Bastianini guida l’asso consumato, è carico ma senza strafare e gestisce al meglio a moto che non mangia la gomma, anzi si adatta bene alle gomme 2022 e consente grandi tempi per tutta la gara. In un altro modo, il binomio Bastianini-Ducati è oggi in campo con il maggiore impegno. Una situazione che potrebbe essere ancorata avanti così almeno bene quando Marquez e Bagnaia torneranno davanti cominciando a vincere. Diciamo che il miglioramento della Ducati è arrivato dallo spettacolo in Corsa ad Austin da Miller, davanti per gran parte del box e terzo al traguardo e dallo stesso Bagnaia, fortunato per la posizione perse in partenza e alla fine, quinto con dietro l’ombra di Marchese. È un dato di fatto che la rossa 2022 in prima linea a causa di abbia garage avesse una minore velocità di punta della moto 2021 soffrendo di più ache in accelerazione e complessivamente pagando pegno per scarsa guidabilità. Il nuovo bolide aveva perso il vantaggio in freno e inserimento che aveva nel 2021. Bagnaia in particolare, ma anche Miller, nei primi turni hanno faticato ad andare alla corda como subissero un precedente progressivo troppo nell’ultima parte sottolineando di girare sulla linea. Poi, anche grazie al grande lavoro fatto sin dalle probe ufficiali, si esta ritrovando la via giusta ei piloti stanno ritrovando il giusto feeling. Se ci provi, adesso, mi metto un altro sforzo nel lavoro della rifinitura che presto potrebbe consentire a Bagnaia di passare dalla difesa all’attacco.

giochi di squadra

Insomma, la Ducati 2022 sta arrivando e senza dai prossimi quattro round in Europa se dovesse vedere un “altro campionato” con Bagnaia capace di giocarsi (con Marquez?) sul podio, fino al più alto gradino. Bastianini resterà fra i proudi e potrebbe anche “fare comodo” per la corsa al titolo di Bagnaia. Giochi di squadra? Non! Semplicemente la diga dell’atto che Bagnaia sulla Ducati 2022 potrebbe presto sulla allungare, con Bastianini Ducati 2021 lì, anche come copertura, a godersi presto una situazione favorevole. Fin qui, dopo i primi quattro iridati round, per Ducati è stata “mezza festa”. Ci sono le condizioni perché la festa del divertimento completa.



Add Comment