Nick Kyrgios e la miniera della morte dopo Houston

Nick Kyrgios è stato coinvolto nella polemica nella finale dell’ATP250 a Houston contro Reilly Opelka, futura vincitrice del torneo. L’australiano, dopo il torneo, ha ricevuto varie minacce di morte da account false sul suo Instagram.

Il ritorno a Houston

Nick Kyrgios è un tornado con continuità nel circuito Atp e risultati se vedono. Nel suo dorso d’oro, l’australiano mostra sempre il proprio talento, con colpi e scambi straordinari. Purtroppo, ma, c’è sempre l’altro lato della medaglia. Dopo vicende il master1000 dei Double Sunshine (Indian Wells e Miami), Nick ci è cascato ache all’ATP250 di Houston.

L’australiano ha protestato animatamente con l’arbitro dopo una chiamata alla sua dire sbagliata (e per l’errore sia stato confermato dal giudice di gara). Nick è fuori di testa e ha finito per perdere la partita.

La vicenda, purtroppo, non si è conclusa in campo. Kyrgios ha proseguito la polemica su Twitter e, sul suo profilo Instagram, ha avviato una ricca serie di minacce di morte da parte di alcuni profili palesemente finti.

Sei un uomo morto, ti tengo sempre le spalle”.

S**********o, p**********a. devi morirà”.

l’australiano Ha offerto volontario i suoi riderci, pubblicando i contenuti nelle sue storiecon il commento:

Bella Minacce, G”.

Foto Instagram Kyrgios

Rimarrà aggiornato sempre tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul noi profilo instagramregistrati a noi telegramma o iscriviti un lunedì maniacale, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Add Comment