Rugby, 25 azzurre sotto contratto con la Coppa del Mondo

Nell’anno che precede la Coppa del Mondo di rugby neozelandese in autunno, la Federazione Italiana Rugby annuncia una serie di nuovi investimenti per continuare a sviluppare e mantenere il proprio Alto Livello Femminile.

Dopo aver finalizzato l’cordo di trasmissione con Eleven Sport, che dopo una disputa settimanale e la fase finale del Campionato Italiano di Serie A Femminile dal 2022/23, ha definito con il main sponsor Fir Bitpanda la title sponsorship del campionato più nazionale , il Consiglio federale ha previsto un investimento di altri 350.000 euro per consentire all’atleta di interesse nazionale di preparare l’iridata autunnale del mese.

In venticinquenne, suddivisa in tre fasi individuate dal Dipartimento Tecnico Federale, l’atleta azzurro per le qualifiche del Consiglio Federale ha approvato la costituzione di un contratto di collaborazione sportiva su base annuale, rinnovabile per le stagioni future, con la finalità di ricoprire l’Attività professionale o il corso universitario delle migliori atlete internazionali, impregnato per periodi compresi tra gli ottanta ed i centotrenta giorni con la Squadra Nazionale Femminile. Il contratto centralizzato va a sostituire o integrare il progetto delle borse di studio sviluppato per l’atleta della Nazionale Italiana Femminile a partire da dicembre 2020.

«La nostra visione di atleti e atleti che si impegnano nella competizione sportiva, percorsi qualitativi anche in concorsi extrasportivi, come il lavoro e lo studio, ha guidato il processo di risoluzione del contratto con le Azzurre – ha affermato il presidente dell’Abete, Marzio Innocenti- Un viaggio del quale la Consigliera Federale Francesca Gallina, che senza dal primo giorno ha lavorato per raggiungere questo obiettivo e Giocatori Italia Rugby Associati, per vedere rappresentato e supportato le ragazze nel raggiungimento di un accordo centralizzato con Fir. il tasso di a livello internazionale e la contrattualizzazione delle migliori atlete vuole garantire loro un nuovo strumento tangibile per poter competere sulla scena dei test-match”.

“L’impenetrabilità dell’Abete – ha affermato la Consigliera Federale Fir Francesca Gallina – dovuta allo sviluppo del movimento femminile e dovuta a una maggiore equità tra generi nel nostro sport assume concretezza con interventi come la contrattualizzazione delle atlete che saranno chiamate a rappresentare l ‘L’Italia, in particolare, in un anno molto impegnativo e strategico, arriverà quello che Manuela e il suo compagno porteranno alla prossima Coppa del Mondo di rugby. Questo accordo stabilisce anche una piattaforma per il futuro, per l’evoluzione del movimento e per il futuro commercio internazionale”.

“Indosserò la maglia a lungo di quella in cui se trovata è il desiderio e l’obiettivo di qualunque giocatrice o giocatore -ha detto Manuela Furlan, Capitano della Nazionale Italiana Femminile-. Che secondo un cugino, una svolta importante per il futuro della nostra Nazionale Femminile e, per me e l’altra veterana del gruppo, rappresenta il più grande possibile lascito alle generazioni di Azzurre, la testimonianza della volontà delle ognuna di noi di contribuire in modo tangibile ad un rugby a Grado di offrire sempre più le stesse opportunità alle atlete ed agli atleti. Questo traguardo è estato raggiunto grazie al costante supporto di Fir e Gira”.

Queste le azzurre sotto contratto: Ilaria Arrighetti, Sara Barattin, Melissa Bettoni, Giordana Duca, Giada Franco, Manuela Furlan, Lucia Gai, Elisa Giordano, Isabella Locatelli, Veronica Madia, Maria Magatti, Aura Muzzo, Vittoria Ostuni-Minuzzi, Beatrice Rigoni, Michela Sillari, Sofia Stefan, Silvia Turani. Borse di Studio: Alyssa D’Incà, Valeria Fedrighi, Gaia Maris, Sara Seye, Francesca Sgorbini, Sara Tounesi, Vittoria Vecchini, Beatrice Veronese.

Add Comment