Sainz-Ferrari, prima biennale d’autore di Imola – F1 Piloti – Formula 1

La prossima settimana Carlos Sainz e la Ferrari metteranno nero su bianco il estensione biennale del contratto in scadenza a fine 2022, con l’intenzione di inviare al pilota Spagnolo un chiaro messaggio de sostegno dopo un difficile campionato che partirà dal 27 gennaio a Madrid. In Bahrain, il secondo posto al traguardo non gratificato Sainz, che non aveva esitato a descrivere como quello di Sakhir il fine settimana più complesso da quando guida il monoposto di Maranello. In Arabia Saudita il feeling con la F1-75 è stato ottimo, quindi potrebbe prolungare la striscia di podi con il terzo posto finale. Weekend da dimenticare invece in Australia, una volta in Q3 non è in grado di godere del potenziale delle sue future qualifiche se non utilizziamo la scena nella prima battuta della gara a causa di un errore nel tentativo di rimontare la posizione perse al via.

In vista di Imolasecondo quanto riportato dall’edizione odierna del Corriere dello Sport La firma di Fulvio Solms arriva attestato di fiducia del prolungamento dell’cordo tra Sainz e la Ferrari: “Il contratto è definitivo dà poco, e presto nei dettagli e basta il rito da seguire in rapida successione per ottemperare tutto il nord che regola Wall Street e la Borsa Italiana: firma in privato e annuncio a turno del ventiquattr’ore“. Mattia Binotto infine non aveva intenzione di designare un bonus e una seconda guida, ma non lo ha classificato prima un eloquente 71-33 a favore di Charles Leclerc, “non solo per non vanificare il talento di Sainz ma anche per tenere d’occhio Charles, attorno al quale Binotto non intendeva creare un nido di bambagia“, se legge sul quotidiano romano.

VET | Stefano Ollanu

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment