Budget cap, extra sette milioni: Haas, Alfa Romeo e Alpine si oppongono – Formula 1

Le tariffe dall’Europa all’Asia e viceversa, che erano intorno ai 900 dollari per un container, ora intorno ai 20.000 dollari per l’intera regione”. paolo cacciatoreIl vicepresidente della logistica motorsport di DHL, ha affermato che questa eloquente stima nel momento in cui ha appreso che il colosso tedesco specializzato nel trasporto internazionale di merci e nei servizi logistici è intervenuto da non metro a pentiaglio il corretto svolgimento del fin setimana in Australia ( alcuni container con materiale necessario per l’allestimento dei box spediti via mare con 40 giorni di anticipo sono stati spediti a Singapore).

Di fronte a questa cifra, non sorprende che la squadra abbia chiesto a FIA e Liberty Media l’abrogazione dell’importo complessivo che, siamo d’accordo, nel 2022 ammonta a 140 milioni di dollari. Secondo come riportato dal giornalista Michael Schmidt, nella successiva video-analisi del Gran Premio d’Australia fatta dal test Auto Motori e Sportsette scuderie vogliono chiedere sette miloni di dollari in più, a richiesta alla quale si sono davanti a Haas, Alfa Romeo e Alpine. Nessuna spaccatura quindi tra i top team Ferrari, Red Bull e Mercedes per quanto riguarda la richiesta di concordare il tetto di spese per esta estagione, AlphaTauri non stupisce che si schieri al fianco di Red Bull così come la Williams. McLaren e Aston Martin, invece, alla luce dell’attuale stato di convenienza de ogni risorsa per risollevarsi. In quest’ottica, stupisce la posizione della Alpine, ovviamente soddisfatta del progetto A522 e degli sviluppi già in programma per osare Fernando Alonso e ad Esteban Ocon una vetura ancora più che già a Melbourne in Australia è stata a lungo protagonista nell’arco del Weekend .

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment