Candeago: «Avevo tante cartucce da sparare, matorno la stagione»

«Mi dispiace non aver dato il mio tributo, avevo diversità cartucce da sparare. La cosa più importante è che la squadra ce l’abbia fatta e si sia salvata. Nella prossima stagione punteremo a fare ancora meglio». Il destino gli ha tolto buona parte del campionato. giovanni candeago, ma è dolce. E presto per riprendersi tutto. Anche con grande interesse.

A causa della disgrazia alla caviglia e della successiva all’operazione alla spalla, lo schiacciatore non è più riuscito a incidere como avrebbe desiderato nell’annata della Da Rold Logistics Belluno. In ogni caso si conferma la Serie A3. E “Candy” sarà un valore aggiunto in vista dell’anno 2022-2023. Più che un presagio, è una certezza: «Un traguardo raggiunto all’ultima partita non può non avere un sapore speciale. È una salvezza meritata, ce la siamo sudati tantissimo».

Giovanni guarda avanti: «Sono degno di fiducia. Sia per quanto mi riguarda, sia per il gruppo. Presto imparerà la riabilitazione e conto de serci per l’inizio della prossima estagione. Che cosa chiedo al futuro? Una squadra con il cuore, che crede anchor di più nelle sue potenzialità e faccia divertire il pubblico. Vorrei vedere un Pallavolo Belluno che finisca ogni partita con la serenità di chi ha dato tutto, a prescindere dal risultato».

Add Comment