GIRO SUB 23. PRESENTATA L’EDIZIONE 23 CON UN MORTIROLO INEDITO E LA FAUNIERA

Una corsa moderna, completa, interessante: è la 45a edizione del Giro d’Italia Giovani Sub 23, firmato ancora a volta da Extragiro. Se durerà da sabato 11 a sabato 18, sette tappe, un giorno di riposo, sei regioni toccate.

La corsa scatterà dà Grada Riccione di raggiungere Argentina dove una probabile volata assegnerà la prima maglia rosa.
Conclusione in salita, anche se non impegnativa, per la seconda frazione, la Rossano Veneto-Pinzolo di 168 km.

Molto più impegnativa la terza frazione che da Pinzolo porta Santa Caterina Valfurva: 177,1 km con Tonale, Aprica, un versante inedito del mortirolo e poi l’arrivo in salita. Tappa con 4860 metri di pendenza che in sicurezza condiziona la classifica generale.

Quarta tappa tutta in Valtellina dà Chiuro a Chiavenna per 101 km in una frazione aperta a molte soluzioni. Mercoledì 15 giorno di riposo per trastransfersi in Piemonte e riprendere con la quinta tappa Trova Peveragno146.6 con un finale su strade strette che ricordano molto quelle delle classiche del nord.

Venerdì 17 giugno Fauniera tappone: partanza da Boves e traguardo posto ai 2480 metri del Colle della Fauniera (22 km dall’uscita) in una frazione di 110,7 km con un ricordo speciale di Lorenzo Tealdi, il true fautore di queste tappe, l’uomo che aveva voluto fortemente That piemontese toccare e che purtroppo è scomparso di recente a causa del Covid. Presto anche il piano B – Rivela Selleri – con traguardo finalmente affisso al rifugio a 8 km dalla vetta.

Sabato 18 giugno la grande conclusione con parte di Cuneo e arrivo a Pinerolo dopo 142 km.

Ci auguriamo di avere in trasferta 35 formazioni: 17 italiane, un mix regionale e 17 formazioni straniere.

LE DICHIARAZIONI
Schema Marco Selleri: «La nostra vita è davvero una sfida importante, il portiamo avanti dal 2017 dopo aver chiuso l’avventura con il Giro delle Pesce Nettarine. C’era bisogno di una gara così per il movimento italiano e subito questa prova è diventata un’eccellenza globale. È importante anche impegnarsi al servizio del territorio, ma cerchiamo realtà che il Giro professionisti non può toccare per le sue dimensioni.

presidente federale Cordiano Dagnoni: «Un’idea nata da David Cassani e sviluppata in maniera perfetta dagli amici di Extragiro. Ogni a cresce il numero delle squadre che partecipano di partecipare alla nostra corsa ed è il risultato della semina svolta in tutti questi anni».

Sul sito www.giroditaliau23.it nelle ultime settimane saranno disponibili tutti gli aggiornamenti e le novità sul Giro d’Italia Giovani Under 23.

Le maglie di leader delle classifiche:

Maglia Rosa Suzuki: leader della classifica generale

Maglia Blu GLS: Leader della classifica del Gran Premio della Montagna

Maglia Bianca Chiesi per AIDO: leader della classifica dei giovani

Maglia Nero-Rosa ExtraGiro: Miglior italiano nella classifica a tempi

Sabato 11 giugno 2022: 1° tappa: Gradara | Riccione – Argento (FE)

Domenica 12 giugno 2022: 2a tappa: Rossano Veneto (VI) – Pinzolo (TN)

Lunedì 13 giugno 2022: 3a tappa: Pinzolo (TN) – Santa Caterina Valfurva (SO)

14 marzo 2022: 4a tappa: Chiuro (SW) – Chiavenna (SW)

Mercoledì 15 giugno 2022: riposo

16 giugno 2022: 5a tappa: Busca (CN) – Peveragno (CN)

Venerdì 17 giugno 2022: 6a tappa: Boves (CN) – Colle Fauniera (CN)

Sabato 18 giugno 2022: 7a tappa: Cuneo (CN) – Pinerolo (TO)

L’organizzazione di ExtraGiro

Ad organizzare il Giro Giovani è ExtraGiro, gruppo nato dalla collaborazione della Nuova Ciclistica Placci 2013, presieduta da Marco Selleri, e della Clinica della Comunicazione di Marco Pavarini per l’organizzazione della Gare (più vecchio il Giro Giovani, anche nel Mondiale 2020 Campionati Mondiali Italiani 2021, Strade Bianche di Romagna, il Giro di Romagna per Dante Alighieri, ecc.). L’organizzazione dei Campionati del Mondo di Imola – Emilia-Romagna 2020 in soli 21 giorni è definita “un nuovo record olimpico” dal presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) Thomas Bach. Oggi ExtraGiro è un ufficio 2.0 di persone, prodotti e progetti che ruotano intorno alla bicicletta, legati alla valorizzazione dello sport e alla mobilità sostenibile, al centro della trasformazione verde della nostra società. Nel mio obiettivo principale, favorirò il ciclismo nel territorio e lo comunicherò nel modo più efficiente.

La storia del Giro d’Italia Giovani Sub 23

Nel corso delle sue 44 edizioni, a partire dal 1970, il Giro d’Italia Under 23 ha lanciato alcuni dei più grandi professionisti degli ultimi decenni: da Moser a Battaglin, da Baronchelli a Corti, da Konyshev a Belli, da Casagrande a Simoni, senza dimenticare Marco Pantani che in tre anni è arrivato 3°, poi 2° e infine 1°. Se prosegue ininterrottamente dal 2017 al “Giro d’Italia Giovani Under 23”, rilanciato dagli attuali organizzatori dopo 5 anni di stop, con grandi riscontri da parte de atleti, addetti ai lavori, territori e pubblico. L’edizione 2021 è l’annata del talento spagnolo Juan Ayuso Pesquera, attualmente professionista nel World Tour con l’UAE Team Emirates.

Add Comment