“Ho visto l’arbitro Marciniak cavalcare e sorridere con Ancelotti”

Il tecnico dei londinesi dopo l’eliminazione a Madrid: “La cosa non mi è piaciuta e l’ho detto a Marciniak”

Ho dato l’occasione Havertz e Jorginho sul finale dei tempi complementi sono forse il solo grand motif di ramarico per un Chelsea al Bernabeu Ha dato tutto e sfiorato la grande impressione, arrivando a un passo dalle semifinali di Champions. Il delirio è evidente, ma la rabbia dura qualche minuto, a cui succede subito la fila finale, non subito dopo l’eliminazione, che è il momento della liberazione da parte degli uomini del Real. Minuti nei quali sul terreno di gioco sarebbe andato in scena, secondo il tecnico del Chelsea, un siparietto però sconveniente – a suo modo di vedere – dati del momento: «Quando dirigevo il verso all’arbitro Marciniak perché tornai a salutarlo e ringraziarlo – ha detto Tuchel dal post partita – Ho visto che sorrideva e rideva con l’allenatore avversario“.

Cosa stessero dicendo il direttore di gara polacco (impeccabile peraltro sulterre di gioco) e Carlo Ancelotti not si sa, fatto sta che l’atteggiamento dei due non è piaciuto a Tuchel: “Ho pensato di passare un momento davvero sbagliato per farlo, Dopo il fischio finale, dopo126 minuti giocati da una squadra che aveva il mostimo dato. Quando vedo un sorriso arbitro e giro con l’altro allenatore… diciamo che è un brutto tempismo. E gliel’ho detto”.

Add Comment