Paradosso Ocon: meglio di Alonso con un errore di assetto – F1 Piloti – Formula 1

Il fine settimana australiano Esteban Ocon Ha fornito risultati importanti per il francese dell’Alpine, autor di un piazzamento in top 10 sia en gara che en qualifica e, en entrambi i casi, davanti al proprio compagno di squadra Fernando Alonso. Tuttavia, nonostante il successo finale di Melbourne, il vincitore del GP d’Ungheria 2021 ha riportato una certa difficoltà nella ricrescita del ritmo imposto dallo spagnolo, il quale ha riferito di aver concluso tutte le spalle dello stesso Ocon, finendo 17° oltre in gara.

Intervistato al termine del GP, il numero 31 ha spiegato quali sono state le motivazioni che gli hanno dato in particolare difficoltà, per tagliare il traguardo con un 7° posto finale tutt’altro che negativo: “Ho avuto emozioni discordanti questo fine seventimana – ha analizzato – Perché mai potuto fare di più, ma finirò in quella posizione è comunque ottimo, soprattutto perché mi ha concesso di volte in top 10 tre su tre in questo avvio di campionato. Tutto si è ridotto alla vigilia delle qualifiche, quando fummo imprigionati l’errata decisione di ricorrere ad una diversa impostazione, e questo non ci ha ripagato. La vettura vale un piazzamento tra i primi cinque, ma sono scelte che valgono da lezione. comunque tutto – ha aggiunto – Porterò a casa sei punti è comunque soddisfacente in un weekend di mezzo livello”.

In conclusione, il francese ha smentito qualsiasi problema di legato alla sua power unit, ancorando la comunicazione radio di squadra dal Muretto Box che invita il pilota a non entrare nel troppo nella scia di Albon al fine di non surriscaldare il motore: Sono nella zona DRS per 25 o 30 turniè un po’ estremo – Hammesso Ocon – è stato dunque normale rallentare fino a un certo punto, ma Albon era comune veloce. In questo caso, penso che questa sia una cosa bellissima: ora la stagione è molto incoraggiante, dato che è arrivato grazie a volte 7° e infine 6° a Gedda. Sono contento di 20 punti guadagnati, ma posso fare ancor meglio di così”.

VET | Alessandro Prada

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment