Cameron Beaubier, qui di John Kocinski e Ben Spies

Questo è un sabato indimenticabile per i colori di casa in Moto2. Cameron Beaubier ha fatto un Q2 stellare, accendendosi se a prima pole position personale con annesso record assoluto tutta a stelle e strisce. Illinois 29enne pilota di Roseville, oltre a prendersi un po’ in giro per l’età (“Quanto vecchio vecchio rispetto agli altri!”), ha fatto gioire il suo squadra corse americana e tutto il movimento statunitense a due ruote che c’è dietro. Oltre ai tifosi e sicuramente il Moto America, dal quale viene da e nel quale ha vinto un titolo Daytona Sportbike più cinque titoli Superbike. Ma è anche a Momento storico per i motori USAè pastato molto tempo dà un precedente di questo tipo…

Era la multa dell’anno ’80

Bisogna di nuovo sembrerà indietro per trovare l’ultimo risultato di questo tipo. Parliamo nello specifico della categoria intermedia, a che ora ancora 250ccvisto che siamo tornati 1989. Se si tratta del pilota Yamaha John Kocinskiautore della pole position (la seconda in carrier dopo quella a Suzuka) sul tracciato casalingo di laguna secca. La premessa ad una corsa che poi lo vedrà netto dominatore con victoria e swift turn. Ma tenendo solo alle qualifiche, è stato lui l’ultimo pilota usa per sapere se il prima casella in griglia a casa nella categoria. È invece vogliamo tutte le classi mondiali, la macchina del tempo deve andare a po’ più avanti. siamo ma dentro moto gpil protagonista è il pilota Yamaha Tech3 ben spie: è il 2010 e siamo annuncio Indianapolisproprio dove l’allora iridato Superbike in carica metterà a referto la sua posizione unipolare nel Motomondiale. A cui segue un bel secondo posto in gara, il secondo dei suoi sei podi in totale.

Foto: motogp.com

Sogni di gloria in casa

Un sabato memorabile per Cameron Beaubier di fronte al suo pubblico, alla famiglia ed agli amici. È un tracciato che l’anno scorso gli ha ridato fiducia in un’anna piuttosto difficile, con l’umore a terra, como lui stesso ha ammesso. “E speciale, davvero Non mi è piaciuto è il commento del pilota American Racing Team in conferenza stampa. “L’obiettivo era solo quello di qualificarsi se nel fascicolo prime due. Ho sempre fatto fatica in qualifica, si negli anni precedenti che quest’anno nei primi GP.” Ma ecco invece il primo risultato di peso, la prima partenza davanti a tutti in una corsa mondiale. si pugno Completerò il lavoro in gara? “Fantastico sarebbe… avevo i piedi per terra e volevamo un podio”. Sottolinando poi che “Vietti, Canet e tanti altri sono davvero veloci, forse ancora di un altro livello Rispetto per me. Conosco bene questo tracciato, vedremo se ne pagherò un altro per il premio fiducia di sarò in Europa”.

Foto: Instagram-Cameron Beaubier

Add Comment