Stroll commenta le sue malefatte in Australia (sbeffeggiando i commissari) e giustifica così – 2022

I scorso fine settemana di giro in lancia a Melbourne è stato tutt’altro che tranquillo. Nel suo weekend ha iniziato maschile in qualifica con l’incidente con Nicholas Latifi, per il quale ha ricevuto una penalità di 3 posizioni in griglia, e ha proseguito maschile in gara, dove ha ricevuto un’altra penalità per una manovra effettuata mentre era a Lotta con Valtteri Botti.

Insomma, Stroll non ha combinato di tutti i colori oltreocean.

“E mi penalizzano per quest…”

Nel dettaglio, nel corso del GP d’Australia, era più probabile che Lance Stroll facesse un botta e risposta poiché era vicino a differenziare la sua posizione da Valtteri Bottas. Il verto dei commissario è stato:

“Stroll è tornato in traiettoria e poi si è spostato a seconda volta a destra per difendersi da un’altra mossa di Bottas. La seconda mossa viola il regolamento che porterà a un cambio di rotta per divergere una posizione”.

Parlando della penalità di 5 secondi che è infilitta, Stroll ha descritto:
“Non capisco. Siamo costantemente intrecciando il tempo, in realtà è solo l’ultima mossa che preda sotto esame. Puoi intrecciare in rettilineo rettilineo purché non ti intrecci quando il pilota che è morto se è troppo cattivo. Sono vicino alla rottura la scia , non di difendermi. E mi penalizzano per questo… Non capisco. Immagino che in questo momento mi sono acceso molte decisioni divertenti”.

Quella in rettilineo, non è stata l’unica mossa di Stroll che è stata esaminata durante la gara. Finito nel mirino di pubblico e commissari anche il tentativo canadese di sorpassare Bottas durante il ritorno della virtual safety car (spingendo fuori pista il pilota finlandese). A tal riguardo, Stroll si è diffeso:

“Dormivo durante la sessione di safety car virtuale, chi sarebbe andato a dormire. Mi sentivo come una buona mossa”.

Come si suol dire, la toppa peggio del buco.

Add Comment