Vincono Virtus Bologna e Milano, fermata Brescia

I Campioni d’Italia piegano Trento nel supplementare, mentre l’Armani stende Cremona. La Germani perde contro il Tortona dopo 14 gare di fila

Il recupero del 16° anniversario di Cestino serie A Dice che, in vetta, vincono solo le prime due. Il Virtù Bologna è costretta al supplemento per avere la meglio contro Trento: 95-88. Milanoridurre da due ko di riga, piega 70-61 cremonese. Sempre 4 e punto di distanza tra Segafredo e Armani. Brescia cadenza 81-74 a Tortona dopo 14 vittorie consecutive in Serie A. Venezia ha il quarto post (80-78 its Brindisi). Bene Sassari e Reggio Emilia.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA-DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 95-88 OT
La Virtus Bologna grazie ai 19 punti di Shengelia e ai 14 di Weems conserva l’imbattibilità interna in campionato. Anche Trento si è trovata da sfuggire di mano al termine del regolare tempi notostante la squadra campione d’Italia ave raggiunto anche il +18 nel corso del secondo quarto A Trento non abbastanza e 20 punti di uno scatenato Diego Flaccadori e 19 di Jonathan Reynolds per I completerà un recupero comune che era arrivato proprio negli ultimissimi secondi (82-82), con la Dolimiti Energia che ha anche per due volte il toma della victortoria. All’overtime, se fondamentalmente rivaleggia con la tripla di Hackett per premiare il capolista, che mantiene 4 punti di vantaggio sull’Olimpia.

AXE EXCHANGE ARMANI MILANO-VANOLI CESTINO CREMONA 70-61
Dopo l’ultima causa sconfitte consecutive in campionato, Milano si rialza e mantiene la seconda posizione solitaria in classifica. Battuta una coriacea Cremona, sempre più vicina alla retrocessione in A2. L’inizio è tutto finito l’Olympia che semina subito all’angolo gli ospiti, e quali però reagiscono all’improvviso girandosi a contatto e trovando aggiunte al pareggio nel terzo quarto. Thinkle e Juskevicius vanno a segno (11 punti a testa) mentre, sempre per gli ospiti, Spagnolo a po’. Così è Shavon Shields a spingere l’Olimpia nello strappo finale che victoría ai biancorossi. Il numero è il capocannoniere della sua squadra con 13 punti (5/8 dal campo). In doppia cifra anche Melli (12+9) e Grant (11).

CESTINO BERTRAM DERTHONA TORNONA-GERMANI BRESCIA 81-74
Se ha chiuso a 14 anni la serie impressionante di successi seguiti da altri bresciani in campionato. Un’ottima Tortona recupera il -14 toccato nel secondo quarto grazie a un ottimo terzo periodo e continua a braccetto nell’occupare il quarto posto. Germani sempre terza, ma ora staccato di 4 lunghezze da Milano seconda. Gara dai due volti: controlla dagli ospiti nel primo tempo e ribaltata nel terzo quarto regala un sereno break di 30-13. Il finale, combattuto ed emozionante, premia la terribile matricola, che colpisce ancora in questa estagione. 21 punti a testa di Macura e Wright tra i piemontesi; 19 di Petrucelli tra gli ospiti.

LE ALTRE PARTITE
Venezia soffre in casa contro Brindisi, ma alla fine piega l’Happy Casa all’overtime per 80-78. Molto bene Tonut per i lagunari (27 punti), mentre era 13 a testa per Harrison e Gentine per i pugliesi. Sassari ha vinto 94-80 dopo la morte amichevole contro il Treviso ed è stato sempre sesto: il migliore dei sardi e Bilan, con 24 punti, ma fanno bene anche Sims e Sokolowski (tra i 17) per i veneti. Il Napoli se mi fermo in casa 85-82 da Reggio Emilia, che se lo riprende dopo le ultime tre sconfitte di fila e resta con gli stessi punti della Dinamo. Hopkins (19 punti), Johnson e Strautins (16) lo hanno aiutato a guidarlo, mentre Gevi ha cercato di fare la differenza con Rich (16). Pesaro rimane attaccò tutta la zona playoff con l’88-87 alla Fortitudo Bologna: rimonta marchigiana segnata dai 24 punti di Jones. Trieste entra in zona playoff dopo il 92-76 a Varese. A Konaté in big dust (17 punti) trascina i giuliani soprattutto nel secondo tempo. Il migliore dell’Allianz è Banks (19) mentre l’Openjobmetis ha i 22 di Keene.

RISULTATI E CLASSIFICA

Add Comment