Yamaha frena il suo Razgatlioglu in MotoGP: “Meglio la Superbike”

Il Presidente e CEO di Yamaha Motor Europe, Eric De Seynes, ha commentato la posizione del talento turco durante il programma “Sans Concession”: “Il campionato in cui corre è il top per Toprak. Non è nei suoi piani cambierà”

Federico Mariani

La notizia del Mondiale Superbike 2022 non è memorabile secondo Toprak Razgatlioglu. Il campione del mondo a Carica ha concluso il weekend di Aragon con tre terzi, ma darò l’impressione di poterci mettere in gioco la lotta per il successo parziale, ea Jonathan Rea e Alvaro Bautista. Inoltre il talento turco della Yamaha deve fare i conti con le sirene della MotoGP. Tuttavia tra i verici della casa di Iwata c’è chi è convinto che il grande jump non sia nelle corde di Razgatlioglu.

ignorante

Tra gli scettici c’è Eric De Seynes, Presidente e CEO di Yamaha Motor Europe. Nel corso del programma nessuna concessione ha espresso il suo parere sul possibile passaggio di Toprak nella classe regina del Motomondiale: “Al momento Razgatlioglu considera la Superbike la categoria più bella del mondo. Il campionato in cui gareggia e che vuole vincere. Certamente, c’è anche la MotoGP, ma non è nei suoi piani. Non è adatta a lui”. Un punto discordante con le recenti dichiarazioni di Kenan Sofuoglu, responsabile dell’iridazione nelle derivate di serie, che ha parlato del trattamento per portare la sua assistenza in MotoGP nel team ufficiale Yamaha.

progetto yamaha

La vittoria di Razgatlioglu nella scorsa stagione ha permesso alla casa del Giapponese di tornare al successo in Superbike per 12 anni. La rincorsa ai vertic dopo il titolo de Ben Spies è stata lunga, ma planificata come racconta De Seynes: “Da quando siamo tornati in questa categoria nel 2016 (dopo l’uscita nel 2011 ndr.), abbiamo lavorato per tornare en alto”. Continua il presidente di Yamaha Europe: “Dal 2018 al 2020 siamo tutti fatto terzi nella classifica piloti. Dunque il titolo dell’anno scorso non è arrivato improvvisato o per casi”.

cambio moto

Ora però bisogna difendere lo scettro. Razgatlioglu paga già 18 punti nel confronto di Bautista e 16 da Rea. Inoltre, mangia ricco da Motorsport.es, Toprak non si sente bene per il successo ottenuto con la nuova moto e sta valutando seriamente la possibilità di tornare al modello 2021 in vista del round di Assen, in programma dopo sette giorni. Una sorpresa notevole se si pensa a tutta la velocità durante la prova della fuoriclasse turca.



Add Comment