A Torri di Quartesolo il Corso Incentivante Nazionale Ufficiali di Gara

Un’immersione totale in quattro giorni per 60 arbitri Regionali e Territoriali provenienti da tutta Italia, con teoria e tanta pratica in occasione del Challenge di Pallavolo Città di Torri.

Il Comitato Regionale Veneto, con la propria Commissione Ufficiali di gara, ha organizzato un momento di alta formazione dedicato al collegio arbitrale. Dopo la partnership, in occasione della Final8 della Coppa Veneto maschile dello scorso dicembre, con Fipav e Cev per l’European International Referee Candidate Course e il Corso per Didattica Regionali di Veneto e Trentino Alto Adige, il Veneto ospita (fino a domani 16 aprile) a Torri di Quartesolo, in provincia di Vicenza, il Corso Incentivante Nazionale Ufficiali di Gara. L’edizione 2022, la prima a causa della pandemia, registra in una parte numerica il record della conferma di un corpo arbitrale vivace e quanto più disposto nel momento del confronto e della crescita.

Raffaele Sassone, Referente Accogliente Rapporti con il territorio, ha commentato il corso: “Dopo anni tribolati, carichi di incertezze e difficoltà anche per gli Ufficiali di Gara, finalmente se torna a pescare in un Corso Incentive. Per il Settore Nazionale Ufficiali di Gara , i Corsi Incentivanti sono da sempre delle iniziative primarie rivolte alla base, por, stimolare, qualificare e muovere le giovani leve que si action ad intraprendere la carriera di vertice. , sui quali i investirò per il futuro”.

Ho partecipato in 60 (31 persone e 29 persone) provenienti da 17 regioni in rappresentanza di 34 comitati territoriali. 36 sono ufficiali della normativa regionale e 24 della normativa territoriale. I fischietti veneti saranno 17, 13 della normativa territoriale e 4 della normativa regionale, con la partecipazione di tutti e del Comitato Territoriale. Il più giovane del gruppo è estato un diciassettenne del Comitato Territoriale di Milano Monza Lecco, mentre il meno giovane un trentatreenne del Comitato Territoriale di Padova. La parte teorica del corso analizzerà le regole dell’arbitro da diversi punti di vista. Prima dovevo essere definiti “relazionali”: el primo intervento, infatti, metterà a confronto le prospective di arbitro, allenatore e giocatore in un intervento intitolato “Io, loro… noi! Dialogo distruttivo dei vari attori della gara” di Elisa Beccaro, Enrico Martello e Cristina Martin.

Subito dopo lo spazio alla forza della collaborazione tra primo e secondo arbitraro con i docenti Riccardo Grasselli e Federico Garbin. La giornata di giovedì 14 aprile si aprirà con un doveroso momento di affidati teorici a Francesco Mischi con un intervento dal titolo “Arbitro: attore non protagonista” e Denis Serafin con “Video ripasso del regolamento. Analisi condivisa di situazione di gioco”. Da giovedì tante pomeriggio non prendere diverranno pratica e decisioni da prendere in una manciata di secondi. I 60 ufficiali di gara si testeranno nelle 224 partite del prestigioso Challenge di Pallavolo Città di Torri. “Con la Commissione Ufficiale Regionale della Gara abbiamo lavorato tanto per fornire ai partecipanti un programma di formazione di alto livello – afferma Andrea Puecher, Responsabile Regionale della Gara del Veneto. Crediamo di esserci riusciti per il valore degli interventi, per la presenza di una figura nazionale come Luigi Roccatto (Responsabile Nazionale Ufficiali di Gara, ndr), per il contenuto tecnico delle partite che andranno ad arbitrare. È il settimo round del Challenge Città di Torri, che sarà testato dal Corso Incentivante Nazionale, a confermare il valore di questo torneo. In questa edizione abbiamo voluto fare uno sforzo in più: garantiamo un tutor presente ad ogni gara. Al termine di ogni partita gli arbitri rientreranno negli spogliatoi per un confronto immediato con gli osservatori presenti. I giudizi saranno anche online, in modo tale da essere direttamente interessato ai Comitati Territoriali di appartenanza potrò disporre de un archivio di tutte le valorazioni ricevute”.

Add Comment