Fabriano sorprende e batte Cantù

© foto di Federico Filipponi

Clamoroso al Palabaldinelli di Osimo, dove il Janus Ristopro Fabriano batte l’incontro valevole dell’Acqua San Bernardo Cantù per il primo turno della fase oro del campionato di Serie A2 Old Wild West.

Il avvio è di marca fabrianese, with the diesa que bien e costringe l’attacco canturino a faticare por trovare la via del canestro, mente en casa Janus i punti a referto li mettono Hollis (7 pti alla fin della prima frazione) e a tripla di Tommasini dà 8 metri e alla prima pause siamo sul 16-13 per i locali.

Nel secondo quarto con il Ristopro che non si fa vedere: Hollis continua il suo ottimo lavoro offensivo affiancando gli italiani Pacchetto Santangeli-Marulli e Giovanni Alessio Re, della Janus Basket Academy. Il bel Janus scappa a +10 al 16′ (38-28). La reazione di Brianzola arriva per mano di Bucarelli e Nikolic, che al 20′ passano in vantaggio biancoblu sul punteggio di 40-33.

Al rientro dagli spogliatoi, Fabriano prosegue il match giocando canestri con gli USA, Smith e Hollis. D’altra parte, l’Acqua San Bernardo ha il merito di rimanere aggrappata al match e di avvicinarsi ai fabrianesi per il merito delle scorribande offensive di Stefanelli e Bayehe che hanno battuto il match in pareggio sul 53-52 dell’ultima sirena.

Nell’ultimo periodo Fabriano semina il benzine aver finito e Cantù mette il naso avanti al 34′ con i liberi di NIkolic (60-61). Da questo momento in avanti, il match diventa vietato ai deboli di cuore. Smith, Hollis e Tommasini hanno fatto un parziale che ha consentito alla Janus di girare vantaggio sul +4 (71-67) quando mancano solo un minuto alla fine dell’incontro. Negli ultimi centoventi secondi si va spesso en luneta; tra le righe canturine c’è molta precisione con Bucarelli, Cusin e Bryant che fanno 2/2. In casa Fabriano alla finestra c’è Smith quando è a soli 7 secondi di distanza: il californiano è 1/2, ma non posso essere veloce a superare l’attacco da offesa ad offesa e Nikolic se vede costretto e tirerà un frettoloso tiro se lo spara e che sancisce la vittoria di Giano per 74-73.

Coach CIarpella: “Oggi è una performance della vita: stiamo litigando e scompigliando la fisicità accanto al canestro. Siamo stati bravi a chiudere l’area. Questa vittoria ci premia non la retrocessione, fatto bene che vittoria sia di buon auspice per le abbiamo tre questa gare. Se vessimo giocato sempre così, magari oggi aver avuto un epilogo diverso.

Ristopro Fabriano – Acqua S.Bernardo Cantù 74-73 (16-13, 24-20, 13-19, 21-21)

Ristopro Fabriano: Damian Hollis 24 (10/9, 5/1), Arik Smith 15 (8/4, 5/2), Marco Santiangeli 9 (7/1, 7/1), Claudio Tommasini 8 (3/0, 2/6), Roberto Marulli 8 (2/4, 1/6), Ferdinando Matrone 5 (2/2, 0/0), Alessio Re 5 (2/2, 0/0), Gianmarco Gulini 0 (0/ 0, 0/0), Gianluca Tibs 0 (0/0, 0/0), Marco Caloia 0 (0/0, 0/0), Daniel Onesta 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13/14 – Rimbalzi: 36 11+25 (Damian Hollis 10) – Assist: 8 (Arik Smith 3)

Acqua S.Bernardo Cantù: Lorenzo Bucarelli 17 (5/10, 0/4), Francesco Stefanelli 17 (3/6, 2/5), Jordan Bayehe 11 (4/7, 0/1), Stefan Nikolic 10 (4 /7, 0/2), Marco Cusin 8 (2/3, 0/0), Zack Bryant 6 (3/9, 0/2), Matteo Daros 2 (1/4, 0/2), Gabriele Tarallo 2 (1/1, 0/0), Guglielmo Borsani 0 (0/0, 0/0), Ilia Boev 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 21/25 – Rimbalzi: 32 8+24 (Stefan Nikolic 8) – Assist: 6 (Zack Bryant 3)

Add Comment