Inter, Lautaro controlla le critiche: “Tanti parlano, io non ascolto”

Lautaro ha segnato il gol segnato nell’ultimo mese: “Sono tranquillo, lavoro tutto il tempo per la rosa e pensavo di essere bravo”

Dopo la splendida sfida in casa del Liverpool che aveva fatto sperare gli interisti in una qualificazione ai quarti di finale di Champions League, Lautaro Martinez se ne è ammalato. È passato un po’ di tempo dalla guida del toro, ma ha controllato lo Spezia e si arrabbierà, rabbiosamente, e risponderà a colori a ciò che ha criticato.

foratura

Quando un punto termina in un periodo di tempo, è normale che la rete provochi uno stress significativo e provochi così tanta tensione. Lo ha sottolineato Lautaro invocando il successo del gol e il puro discorso post-partita: “Sono calmo, ma lavoro tutto il tempo per la squadra, per dare una mano alla mia compagnia. non ascolto, pensavo alla mia famiglia, a chi mi vuole bene e all’Inter. Io do sempre il massimo e continuarò a farlo”.

l’abilità

sempre uno tra tvEbbene, l’attaccante ha parlato anche del suo gol, ispirato dal solo assistman croato: “So che Ivan Perisic, ancora una volta ha affrontato il centrocampo, ora che il ragazzo mi ha dato una mezza altezza. La mia posizione era davanti al difensore e provo a deviare il pallone per mettere in difficoltà il portiere”. Grasso. Basta correggere leggermente la traiettoria del cross numero 14 per sorprendere Ivan Provedel, più in quel gesto tecnico che sia il momento di Lautaro che il suo atteggiamento. Il Toro sa capire dove si trova, cosa fare por raggiungere l’obiettivo e poi ama gridare al mundo la sua soddisfazione. Lui risponde così.

Add Comment