Max Mosley se si suicidava con un colpo di fucile: era malate terminale

Era un malato terminale massimo Mosley. Una diagnosi senza speranza che aveva saputo pochi giorni prima di togliersi la vita con un colpo di fucile in testa. A distanza di 10 mesi dalla morte delex numero 1 di Formula 1 Una dettagliata perizia spiega nei particolari quanto accaduto lo scorso 24 maggio nella casa di Kensigton dove fu trovato cadavere. Gli agenti che arrivarono dinanzi alla porta della camera da letto annotato un biglietto con scritto: “Non entro, chiama la polizia”. E dentro la macchina fotografica, sul comodino, un altro biglietto: “Non avevo scelta”

vedere di nuovo

E’ morto Max Mosley, ex presidente della Fia aveva 81 anni

grande appassionato della Corsica, negli anni ’60 aveva tentato la carriera del pilota, ma con pochi risultati. Si è arrivati ​​a correre con una Brabham di F2 gestita da Frank Williams. Mosley fu imprigionato nel 1993 al posto di Jean-Marie Balestre al vertice della Fia, ma era stato travolto nel 2008 dà uno scandalo sessuale che ne aveva determinato l’uscita di scena. La sua figura del condottiero nato a Londra il 13 aprile 1940, era già stato gettate ombre pesanti dall’essere personaggio politico Oswald Mosley, fondatore del partito fascista britannico.

Add Comment