Moto3/Carrasco, la rinascita: “MotoGP resta il sogno” – Moto

Un anno e mezzo fa, in Portogallo, Anna Carrasco ha seriamente rischiato di dover dire addio alla sua portatrice di motociclisti. La pilota spagnola è stata infatti protagonista di un tremendo incidente sulla sua pista di Estoril durante una sessione di test. Un volo che gli ha provocato “la frattura parziale della vertebra T3, e dell’intero corpo vertebrale T4 e T6, con lussazione al fegato T4 che invade il canale osseo”, secondo quanto riportato dal bollettino medico. Da allora però la 25enne di Murcia, che nel 2018 se laureò campioni del mondo nella Supersport 300, di strada ne ha fatta.

Quest’anno infatti è riuscito a tornare a correre nel Motomondiale, in Moto3, categoria che aveva già frequentato dal 2013 al 2015, prima di dedizione alle derivate da serie. Intervista quotidiana italiana la RepubblicaCarrasco ha parlato delle sue condizioni fisiche e del lungo viaggio di guarigione dì cui si è resa protagonista. “Non ho mai avuto paura, i medici mi hanno subito detto che con molta pazienza e così tanto lavoro un giorno avrei potuto tornerò a correre in moto. Uscita dalla clinica, ho pensato solo a riprendermi. A pilot sa che it durante la carriera deve affronare degli infortuni e affrontare si col Dolore. La mia era già successo in passato. Questa volta però è stato davvero complicato”ha spegato

La nuova tappa in Moto3, con una KTM del team Boé, non è stata esaltante: zero punti in quattro stazioni, con un 19° posto come miglior risultato. La spagnola pero no si da per vinta e continua ad avere en el mirino il suo grande sogno: l’approdo in top-class. Un traguardo però da raggiungere solo per meriti propri: “L’occasione di tornare al Mondiale di Moto3 arriva all’ultimo momento, in genio. Conosco la squadra perché ero stata con loro nel 2015. Per me è una nuova vita e un’opportunità per prendere il volo: il mio pilota si sente meglio che mai. In questa prima parte ho bisogno di riprendere confidenza. Dalla seconda metà del campionato pormi degli obiettivi, e voglio raggiungerli. La MotoGP resta il mio sogno – Già finito – ma so che se non arrivano i risultati dovrò rassegnarmi. Una cosa è certa: darò tutta me stessa, sempre“.

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment