Piastri: “L’anno prossimo non sarò riserva” – Formula 1

Non bastano un titolo di Formula 3 e un altro di Formula 2 per esordire tra i grandi. Nemmeno è nella categoria se veniva all’esordio, contro avversari essere più esperti (e chiunque è già in Formula 1). Non c’è dubbio: Oscar Piastri merita una possibilità in una categoria superiore. Il problema è che l’Alpine, dove Piastri è riserva, è già ‘a posto’ avendo Fernando Alonso ed Esteban Ocon. Inoltre, la squadra francese non ha una squadra ‘sorella’ in cui quella australiana crescerà ulteriormente.

Piastri, allo stesso modo, non sentirà ragioni. Il 2022 sarà l’unico anno ‘in panchina’. Dal prossimo, vuole esordire in Formula 1: “Il piano è quello di corrici presto, certo. Spero che succeda l’anno prossimo. Non voglio restare per sempre un pilota di riserva, per dirlo avrei tutto preferito non esserlo neanche adesso. Mi tengo all’anno prossimo, certamente my sta bene essere una riserva, ma solo per quest’anno. Sicuramente l’anno prossimo vorrò gareggiare e Credo di meritarlo“, ha deciso a Melbourne il pilota di casa, intervistato dai britannici di Sky Sport Regno Unito. Poi Piastri è tornato ‘uomo-squadra’, dalla gara della Alpine in Australia: “Questo è difficile per la squadra, seminando ancora una volta un buon passo, ma non vogliamo godercelo. fernando poteva comodamente qualificarsi in quarta posizionee por la sua gara è estata totalmente rovinata dalla Safety Car. Alla fine siamo riusciti a conquistare la settima posizione con Esteban, ma la sensazione è che potissimo ottenere di più“.

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment