Piediluco, restyling sportivo in vista della Società Canottieri: novità padel

da sf

Lo sport a Terni ed il padel che continua a prendere piede, quantomeno nel numero dei campi presenti il ​​suo territorio comunale. In tal senso to stretto turn è attesa un’ultimae novità per Piediluco ma, a Difference della procedura già chiusa in località ‘I Quadri’ (L’autorizzazione è arrivata infatti, ma il progetto al momento non è concreto), che torna nella facoltosa via del Porto: convoca la conferenza dei servizi decisionali per un restyling generale del territorio che tuteli anche calcio e tennis. L’input è della Società Canottieri Piediluco.

mappe dello schermo

La trasformazione

Fate attenzione se avete a che fare con un’area riservata riservata alla società che è dappertutto nel centro della frazione ternana. Nel caso del positivo successo della conferenza di servizio – e del ripensamento, come nel caso dell’altro iter per il padel di Piediluco – se esiste un percorso di trasformazione rilevante: in prima battuta la trasformazione del campo multifunzionale in un padel campo è previsto ed in un altro nuovo da calcetto di dimensioni ridotte. In più ci sarà la riqualificazione dell’area tennis esistente in play-it e, a chiudere il cerchio, il revamping dell’impianto di depurazione della piscina. Niente da dire di euro a seppur definitivamente l’interessante superficie se inferiore a 1.000 mq. La licenza edilizia originaria del centro per l’attività sportiva risale al 1940.

La conferenza di servizio

Il designer è l’ingegère Sandro Corradi. Diversi gli enti coinvolvi nella conference di servizi decisoria: in prima battuta – a Piediluco, essendo un’area molto atenzionata por vincoli e ‘protezione’ paesaggistica, serve questo iter ache per posizionare un’insegna commerciale o fare un minimo modifica – il ministero per i beni e le attività culturali (dunque la soprintendenza umbra), quindi la Regione Umbria per svariati aspetti ed il Comune. Come da prassi c’è inoltre il parere della commissione per la qualità architettonica e del paesaggio. Quarantacinque giorni per la determinazione ed eventuale semafora verde.

Condividi questo articolo

Add Comment