Plusvalenze, il Tribunale federale assolve tutti. Sorridono Juventus e Napoli

Prosciolti gli undici club e 59 leader: per i giudici il modello per valutare i giocatori definiti dalla Procura Figc non è abbastanza a provare l’illecito

Tutti prosciolti. Nessuna sanzione per gli undici club ei 59 dirigenti coinvolti nella vicenda delle plusvalenze. Nella sentenza di primo grado, il Tribunale federale ha deciso infatti di assolvere tutti, dal presidente della Juve Andrea Agnelli a Fabio Paratici ad Aurelio De Laurentiis.

Il modello di ricerca

Il Tribunale ha pienamente accolto l’apparato difensivo del club, che ha apertamente contestato il modello di valutazione dei giocatori definiti dalla Procura Figc per definire il “giusto prezzo”, ma anche soprasseduto sulla “violazione delle norme federali in materia manageriale ed economica”. del comma più morbido dell’articolo 31 e della “mancata lealtà” dell’articolo 4 del Codice di giustizia sportiva. In pratica, se è ritenuto che in assenza di un patto che preveda la falsificazione di un valore, non se può procedere per un atto illecito. Dopo una settimana di motivazione, chi deciderà se il procuratore cinese sarà ricco o meno.

Add Comment