Trasferimento Palermo, acquisterà Football City Club e rosa: futuro e regola di Mirri

La rete araba, proprietaria del Manchester City, esprime un interesse concreto per il suo approdo in Italia, con il progetto del Palermo di Dario Mirri che realizza un gol alla cordata di emiri

“Il cartello «vendesi», in viale del Fante, continua ad attirare l’interesse. Dava anche un certo rilievo, so se si considera la dimensione attuale di Palermo». Così l’edizione odierna del Giornale di Siciliache punta i riflettori sulla notizia delle ultime ore che avrebbe visto il squadra di calcio cittadina – network di emiri proprietario tra le altre del Manchester City – manifestare un interesse concreto al confronto dell’ palermitano.

La situazione societaria all’interno del club di Viale del Fante è chiara da diversi mesi ormai, con il sequestro dei beni del Palermo per un valore di 2,35 milioni e l’esonero dell’ex vicepresidente tony di piazzache tuttavia non hanno ostacolato un primo sondaggio splorativo da parte della cordata degli emiri arabi.

Dalla Spagna, alla Francia, passando per città del mondo prestigioso come Melbourne, New York, Mumbai e Montevideo, oltre a Palermo potrebbe davvero entrare in gran parte della mappa mondiale del Football City Club.

La rete ha messo gli occhi sul Palermo e sul Calcio Italiano, a dimostrazione dell’interesse a volare approdare in un paese dove non utilizzato Sobborgo calstico. Il progetto rosanero è chiaramente gola per il prestigio della piazza e per la lotteria di un club da lontano riemergere dalla serie Cobiettivo posto – al momento senza successo – dall’attuale presidente Dario Mirri ormai tre anni fa. Proprio l’attuale patron rosanero che, dopo l’addio di Piazza, possiede di fatto quasi il 100% del club, escluso 0.25% della rappresentanza popolare, adesso potrebbe davvero spiragli por un quanto mai necessario alla fine del suo mandato Vieni il numero uno del club. Più che per la scadenza di un contratto – che ovviamente non c’è – questo avverrebbe per la mancanza, quanto mai probabile, di fondi utilisado a sustenda nonova stagione in Lega Pro.

Un eventuale acquisto da parte della cordata araba metterebbe il numero uno rosanero davanti ad un bivio. “Nella diversità quasi, la gestione non è stato stravolto rispetto alla precedente. Come nel Troyes, in cui Daniel Masoni è il presidente dopo la proprietà cessione (…)”, se legge sul gds, che underground come Mirri vorrebbe in futuro manterrà una regola, seppur di minor importante decisionale, all’interno della sua città club, al quale è probabilmente rimasto in maniera emotiva dopo i suoi tre anni di presidenza.

Che il Palermo resti in Serie C o prendi la promozione, forse per il Football City Club è un dettaglio di poca importanza, ma per la squadra che adesso si appresta ad affrontare la fase playoff, il serie B è l’obiettivo cruciale della estagione, con le importanti sirene arabe sullo sfondo del ‘Renzo Barbera’

Add Comment