Varese, parlando Arcieri: “Rojakkers tremenda illusione”

Il leader ha deciso di sua dopo l’allontanamento del tecnico dalla squadra: “Mai pensato che sarebbe potuto accadere”

Solo tre mesi, dalla presentazione della quattordicesima generazione al licenziamento in questa data da aprile: così è durata l’avventura del cugino olandese sulla panchina di Varese. Un periodo in cui Johann Roijakkers ha regalato a una scossa alla squadra il suo pianoforte tecnico, ma il suo pianoforte umano “purtroppo, ha superato una linea che non poteva fare di più. Il licenziamento ne estata la seguenza inevitabile”.

Usa un linguaggio diretto Michele Arcieri, direttore generale dell’Oltreoceano per Affiliato Luis Scola alla direzione della Pallacanestro Varese, nel motivare lo stop imposto a un tecnico che aiuterà la stazione di Ferrero e compagnia. “Il licenziamento di Johann è estata una tremenda delusione per me: a grave scelta, che io ho proposto a Luis, trovando il suo consenso. Posso assicurare che, pur nell’interlocuzione piuttosto vivace che abbiamo avuto con lui nelle ultime settimane, mercoledì mattina I non pensavo che avrei tagliato il rapporto. Quello che ha avuto successo durante la partita con Trieste, ma, è la gioia che ha fatto traboccare il vaso”. Alla conferenza stampa convocata al palasport di Masnago, Arcieri conferma che non è stata presa la decisione di andare con il basket: “Il suo pianoforte, non abbiamo avuto nessun miglioramento, non abbiamo gestito l’ultima parte, con tre conflitti interni consecutivi Il vero problema con Johann è estata parlando di rapporti umani, è incredibile quello che è evento”.

solo perché

Nel precisare che, al momento, non posso dire che sia condizionato alla licenza per una buona causa, Arcieri ammette di aver vissuto una situazione almeno simile alla sua esperienza americana: “Mai però con lo stesso impatto, sulla società e su di me: Johann The old qualcosa raccomandato io a Scola, è stato il primo allenatore ingaggiato nella mia prima esperienza de general manager. Ed è che non avrei mai pensato potesse succedere”.

Add Comment