Berger: “Ferrari forte un bene per tutta la F1” – Formula 1

Ho avuto un anno infernale e un 2021 mediocre, mi sono visto con fiducia nel futuro, anche con le fiamme per un’ulteriore tappa di successo, è stata grande attesa per il futuro ferrari. E la Rossa non fa trading. Almeno a giudicare dalle prime battute del Mondiale 2022, la vettura messa in pista da Maranello appare il più forte del lotto. Oltre ai piloti, al team e ai tifosi, anche alcuni orgogliosi del passato hanno parlato della F1-75 en toni entusiasti. Dopo Jean Alesi, che ha aggiunto un “mostro” (di coraggio, se vuole) Charles Leclerc, è la volta del suo ex compagno di squadra prima in Ferrari e poi in Benetton Gerhard Berger.

L’austriaco ha parlato da Rossa e Imola, binomio che tornerà in Formula 1 nel weekend del 22-24 aprile, per via delle sue edizioni con una porticina. E più tornerà forte che mai, spinto dalla forza attuale della Ferrari: “A Imola ho ottenuto il mio primo podio in F1 con la Benetton nel 1986, e ho vinto il bellissimo GP che ho disputato con la Ferrari. Anche se non parlo bene italiano, mi avete prigioniero tutti in simpatia“, ha detto in un’intervista a La Gazzetta dello Sport. “La Ferrari già l’anno scorso aveva compiuto un grande avanti sotto il profilo del propulsore, ora e non ne ha fatto un altro e ha realizzato una macchina molto affidabile, dotata di un ottimo tessuto. Finalmente è tornata a lottare per il titolo, cugino di quanto i miei aspettassi. Non posso che fare i complementi a Maranello. E quindi, se la Ferrari va forte, è un vantaggio per i tifosi, anche per tutto il business della F1“.
Per quanto rivaleggia, Berger ha ‘ammonito’ Maranello, affermando che Red Bull e Mercedes non affitteranno, anche se il team di Brackley servirà un mezzo miracoloso per recuperare: “In Red Bull sono il grande combattente, sono ridotto di un tiratissimo 2021. I love the motor non li supportano, ma le loro prestazioni sono buone. Per quanto regola la Mercedes, Ci sono persone, soldati e infrastrutture da recuperare. Sarà questione di tempo. Di certo il budget cap gioca contro. No così se riusciranno a lottare por el campionato, ma diventerà competitivo sì“.

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment