i meriti di Bastianini e messaggio a Ducati Pramac

È un inizio della stagione MotoGP 2022 con una faccia per Giovanni Zarco. Il suo tutto però spicca il suo ritorno sul podio a volte dell’appuntamento in Indonesia, portando anche la prima top 3 alla Ducati con la nuova Desmosedici GP22. Una moto però ancora ‘capricciosa’, come la definisce lui stesso, a differenza della GP21 ben più rodata con cui Enea Bastianini sta affrontando Faville. C’è ancora da lavorare con la nuova Rossa, ma i first quattro Gran Premi sono stati comunicano un buon punto di partenza per un altro intenso campionato. non importante in contratto oticovisto che sono quasi tutti in scadenza, Zarco ha capito, che nel suo futuro però continua a vedere il rosso.

Inizio della fase

In alcune occasioni durante la presentazione del prossimo Gran Premio di Francia, il pilota della Pramac Ducati ha parlato ancora una volta di quanto stesse bene. “Visto a livello è bellissimo, è uno dei dieci usciti dal podio” ha sottolineato, vieni raccolto dai colleghi di Paddock-GP. Se non lo considerate un inizio negativo, considerate per la prima volta le potenzialità della moto e tante possibilità future. “Il livello è molto alto e questo rende difficile mettere una moto pronta” ha aggiunto. Mail team factory, il duo Pramac e Luca Marini ci stanno lavorando. “La velocità c’è, ma finché non c’è il giusto feeling in sella è difficile vincere.” Un giudizio? “Il mio darei un 6/10 per le prime quattro gare”.

Bastianini partenza sprint

Cinque piloti Ducati impegnati in gran parte la GP22 funzioneranno, ma tre volte lo sarà con la versione 2021. Tra questi Enea Bastianini, chi mangia detto inizialmente brilla in questa partenza di campionato. Al momento l’unico della folta truppa in rosso capace di conquistare a vittoria, anzi ben due, in questa stagione 2022 pur appena iniziato. Merito di una moto già più che posto rispetto ad una nuova versione ancorata all’evoluzione? “Questo sarebbe sottovalutare il livello di Bastianini” è La risposta di Johann Zarco. “La moto non è tutto, le vittorie alche da lui, quindi honor the merit!”

Post di Pramac

Manca ancora la vittoria della MotoGP, ma come nessun altro il due volte iridato Moto2 ha fatto la sua parte migliore dell’anno ad Austin dopo il disastro nel GP precedente. Rivelando il suo ‘segreto’. “C’era una bella ombrellina mi si è avvicinata, la mia motivazione era grande. È l’unica cosa che è cambiata nei primi 4 GP…” ha raccontato a cavallo. Ma in a season come questa si parla anche di futuro, con un chiaro messaggio per la sua squadra attuale. “Si rinnovassi con pappagallo sarei davvero felice” ha rimarcato Zarco. Esiste l’ipotesi della fabbrica quadrata? “Solo il titolo è stato vinto. Ma ritengo che il secondo posto andrà a qualcuno di giovane, che ha già vinto.” Oggi, durante il GP delle Americhe, Campinoti ha comunicato all’emittente francese Canal+ l’intenzione di procedere con il pilota transalpino.

Foto: motogp.com

Add Comment