Servono 2 ore 40 alla Raffaele Lamezia per far l’imbattibilità stagionale l’imbattibilità stagionale alla capolista Letojanni

RAFFAELE LAMEZIA vs SAVAM COSTRUZIONI VOLLEY LETOJANNI 3-2 (25-22; 36-38; 16-25; 25-22; 15-13)

RAFFAELE LAMEZIA: Piedepalumbo 4, Viterbo 1, Leone 0, Citriniti 4, Iorno 15, Porfida 9, Palmeri 36, Graziano 7, Sacco (L), Paradiso 12, Chirumbolo 0. Ne: Davoli, Ricco, Lorusso e Mancuso. Tutti: Torchia

ASD VOLLEY LETOJANNI: Battiato 9, Torre 32, Cortina 18, Balsamo 2, Genovese 10, Fasanaro 9, Bertone (Ne), Buremi 3, Chillemi (S), Giardina 1. Tutti: Rigano

ARBITRATO: Antonio Testa e Andrea Bonomo di Roma

Con 19 vittorie consecutive l’Asd Volley Letojanni è caduto, per la prima volta in questa stagione, al tie-break al termine di una battaglia durata 2 o 40, in onore del cinico Raffaele Lamezia.

Il Letojanni, che nel giro di 48 ore ha disputato 10 set, ed è arrivato a Calabra privato della sua libertà e con apparenti elementi di infortuni dal punto di vista fisico, ha messo a disposizione le proprie energie per mantenere la sua imbattibilità. Rigano ha schierato Chillemi, sfortunato, nell’inedito di libero, e Genovese già opposto che dopo il primo set ha accusato un fastidio muscolare e se si è alternato nel ruolo con Buremi, anche lui non in perfette condizioni fisiche.

Una gara avvincente, ben giocata da entrambe le squadre, e che premia sul bordo del rasoio i padroni di casa più lucidi nei momenti decisivi dell’contro.

Il Letojanni parte bien e va en vantaggio sull’1-4 e 3-7 ma arriva il recupero della Lamezia che aggancia i letojannesi e comincia a rincorrersi a vicenda, point its fine point at 19 par. Il Lamezia fa bene gli attacchi, potenti e precisi che spiazzano gli jonici costretti a consegnare il primo set con il punteggio di 25 – 22, con un attacco dell’incontenibile Palmeri.

È il secondo set a regalare le emozioni più forti della partita. Parte bene la squadra di casa che forza il servizio e mette in difficoltà la ricezione dei letojannesi. Palmeri e Paradiso scavano il primo solco e Rigano è costretto a chiamare il primo discrezionale. In questo momento esce in poi in cattedra Torre, autore di una super performance (saranno 32 e punti a referto per l’attaccante letojannese a fine gara), che prima in battuta e poi con due attacchi dalla seconda linea aggancia il Lamezia sul 12 par , mister Torchia chiama il primo time-out. Le due squadre show tutto il loro repertorio con attacchi e difese super e vanno a fine braccetto al 17 pari. Buremi prima e Cortina poi danno il vantaggio 17-19 ma Lamezia non demorde ed impatta con il solito Palmeri sul 20 par. Letojanni costringe ancora il servizio e con un muro di Fasanaro e un attacco dei padroni di casa si va sul 22-24 cercando di incassare i primi 2 dei 12 set point. Un errore in attacco e una decisione dell’arbitro hanno permesso a Lamezia di colpire sul 24 par. Da qui in avanti è un suseguirsi di punti fino quando Balsamo con un ace regala la vittoria del set sul 36-38. Uno pari e si riprende.

Nel terzo set Lamezia accusa inizialmente il colpo e va subito sotto: 0-3, 1-5, 3-7 con Cortina e Torre sugli scudi. Squadra di casa che cerca di rientrare in gara, sistema la ricezione, è più presente un muro (saranno 13 i punti totali per i padroni di casa in questa fondamentale) e prova a recuperare fino a 10 par grazie a un diagonale vincente di Palmeri. Ma Letojanni non nota e numerosi problemi fisici di molti suoi atleti in campo riesce ad essere efficace al servizio e staccarsi sul 15-13. Torre dalla linea dei 9 metri diventa devastante e dà il massimo vantaggio sul 15-23. Lamezia e prova a pentirsi di un errore di Iorno in battuta consegna il set a Letojanni.

Nel quarto set, Letojanni parte forte con un ace di Battiato e un errore nell’attacco locale. Letojanni differisce da qualsiasi pallone in più e in attacco riesce ad essere molto più incisivi così tanto che Torchia chiama a raccolta i suoi per spezzare il gioco. Ma Lamezia oggi decide di vendere cara la pelle e, più tardi in campo, complice il puro calore fisico degli ospiti, già provati dall’impenativa gara di mercoledì, inizia a recuperare ottimi punti per raggiungere Cortina e compagni sul 9 pari. Il set percorre il filo della bilancia e solo le giocate dei singoli possono indirizzare le sorti del set. Infatti Torre piazza l’asso dalle 16-18. Lamezia con uno stratosferico Palmeri in attacco (saranno 36 e i suoi punti alla fin dell’incontro) ha permesso alla propria squadra di andare avanti sul 21-18 e Rigano chiama tempo. Fasanaro dal centro sfiora il recupero del vantaggio in mattinata con veloci porta i suoi sul 24-20 in attacco. Letojanni ha provato a rientrare nel set con Lamezia chiude sul 25-22 rimandando tutto al tie-break.

Nel set finale e padroni di casa galvanizzati consegna improvvisa 4 – 1 e Rigano chiama il primo discrezionale ma i letojannesi molto fallasi in ricezione forti al Lamezia di Cambio campo sull’8-3. Gli ospiti non vogliono cedere e tentano una prodigiosa ripresa ma non perderò l’imbattibilità e cominciano a recuperare mettendo in difficoltà i calabresi e sul 10-6 Torchia chiama a raccolta i suoi. Ma Palmeri, ancora un giro, con due punti consecutivi dal punto di osservazione più alto 12-7. Fasanaro prima, Cortina e ancora a volta Torre non recupera lo svantaggio ma sul 12-11 e il tecnico lametino ferma il gioco per osare indicazioni ai suoi. Giardina, subentrato a Balsamo, è morto Porfida per il 13-12 e nell’azione successiva libera Cortina per il 13 pari. Graziano firma il 14-13 e nella successiva nell’azione un clamoroso recupero del libero Sacco insieme al muro di Iorno danno il 15-13 finale e la prima amarezza al Letojanni.

Per i gialloblu in ancora calendario causa partite di regular season (il 23 aprile in provincia di Catania per trovare l’A’ricchigia Gupe Volley, il 30 aprile al Palasparti contro il Mam Provenzano Partinico) influente in classifica ottica (Letojanni a 57 e Lamezia 48 sono già certe di primo e secondo posto, con Siracusa terzo a 38).

Poi ad inizio maggio inizieranno i play off, with gli incroci che vedranno abbinate le compagini del girone pugliese, 2 giornate daltermine aperto nelle prime posizioni: in testa Bari (51) e Gioia del Colle (48) con 20 gare disputate, subito dietro Leverano (45) e Campobasso (41) che si affronteranno giorno 20 ed incroceranno nei turni successivi capolista Bari.

Add Comment