Stravince di Milano, risponde la Virtus

L’Olimpia schiaccia Napoli 90-67, ma i bolognesi non sono da meno con il netto 96-77 a Pesaro. Ok e Brescia, Tortona e Venezia

Il Virtù Bologna Non perde un colpo e conquista la vittoria della regular season di Serie A di basket. Nella 27ª giornata, gli uomini di Scariolo Espugnano Pesaro 96-77 (18 punti per Mannion) e sottrae il suo Milano, vincitrice 90-67 controlla il Napoli. Nessun problema e Brescia, 99-64 contro Reggio Emilia, e Tortona, 104-99 (a 33 punti da Daum) contro Varese. La Fortitudo ha vinto con Trento e waita, ok anche Venezia, Trieste e Treviso.

PESARO – VIRTUS BOLOGNA 77-96
Continua la corsa spedita della Virtus Bologna verso la victoria della regular season. Gli emiliani espugnano Pesaro 96-77, superando la resistenza portata soprattutto regala un generoso Delfino (18 punti, 6 assist e 5 rimbalzi). Gli uomini di Scariolo sfoderano un’altra grande performance de squadra e scavano il solco decisivo inla centrale dell’incontro, arrivando all’intervallo lungo con 6 punti di margine per poi piazzare un 27-13 nel terzo periodo. Sugli ha ottenuto il capocannoniere degli ospiti Nico Mannion, 18 con 4/6 su tre (e 7 assist), che ha fatto bene con Hackett (13 punti). Con quattro punti di vantaggio, il successo della regular season sembra quasi una formalità, mentre Pesaro scivola due punti dall’ottavo posto.

MILANO – NAPOLI 90-67
Milano Ritrova continua in campionato e ottiene la seconda vittoria consecutiva, respingendo il Napoli con un netto 90-67. Partita facile per l’Olimpia, che porta alla fine della prima fase a portarsi all’intervallo sul 43-37 e allungare con aggraziata decisione sul 34-10 nel terzo quarto. Gli ultimi minuti diventano un puro trash time per ritoccare le statistiche, ma la testa degli uomini di Messina è già ai prossimi impegni. Il risultato è la prestazione di Alviti, 25 punti con 8/12 dal campo, e Nic Melli, con 10 punti, 8 rimbalzi e 5 assist. Il Milan resta secondo per due vittorie dalla Virtus, il Napoli continua a flirtare pericolosmente con la zona arretrata.

BRESCIA-REGGIANA 99-64
Brescia reagisce di rabbia alla sconfitta rimediata contro Tortona e abbatte Reggio Emilia con un miliante 99-64. La partita viene indirizzato dai lombardi già nel secondo quarto, con un parziale di 33-16 che non permetteva scampo a possibili rimonte degli emiliani, i quali totalizzano appena 9 punti ache nell’ultimo periodo, una partita ormai decide. La Germani sorride ringrazia il trio Della Valle (24 punti), Gabriel (19 con 9 rimbalzi) e Mitrou-Long (15 punti), confermando la propria squadra da tempere per i playoff. Nel frattempo, il terzo post è in ghiaccio.

TORTONA-VARÉS 104-99
Tortona non smette di sognare e si avvicina ai playoff con un altro, grande passo. La Derthona batte Varese 104-99, segnata in Nba, e continua ad essere ali dell’entusiasmo, trascinata da prestazioni favolose di Daum (in doppia doppia da 33 punti e 11 rimbalzi) e Macura (20 punti). Ai lombardi non bastano e punti combinati del trio Sorokas (19), Keene (18) e Woldetensae (17), in grado di riaprire la partita dal -9 all’89-89 a 4 minuti buoni. A tripla di Macura, però, chiude i conti e ha Tortona in quarta posizione, mentre Varese resta a 22 punti.

SASSARI-VENEZIA 63-66
Uno dei primi match combattuti di giornata vede Venezia di espugnare il campo della Dinamo Sassari 63-66. Gli ospiti vanno avanti nel primo tempo, guidati soprattutto da Stone (15 punti, 9 rimbalzi e 5 assist) e completano il secondo quarto a +10. I sardi non gettano la spugna e, punto dopo punto, è entrato all’ultimo minuto con un punto di vantaggio, primo per Brooks se ha segnato decisamente con il canestro in post basso del sorpasso e il rimbalzo offensivo con cui toglie tempo agli avversari. Penso poi a Tonut in lunetta di siglare il +3 finale, mentre il tiro di Logan del possibile canestro non va a bersaglio. Venezia quinta a 30 punti, Sassari sottrae Dietro a 26.

TRIESTA-CREMONA 84-72
Trieste sta litigando al lotto per contendersi un posto nei playoff, battendo Cremona 84-72 per centrare la terza vittoria consecutiva e partire dalla settima posizione. I Lombardi ha provato a lottare e grazie a una parziale di 9-0 in chiusura di secondo quarto riesce a presentare in scia alla seconda metà della partita. Poco dopo, Friulani inizia a scappare via e, ma non la tripla di Juskevicius (24 punti totali), controllato da +7 a 100” dalla fine a siglare l’84-72 finale, con i 17 punti di Grazulis. Solo matematica non condanna Cremona, ormai vicinissima alla retrocessione.

TREVISO – BRINDISI 96-90
Treviso lotta e ottiene un pesante successo contro il Brindisi. Sono venuto se ho imposto 96-90 al termine di una sfidata giocata punto per punto e appeso la seconda vittoria nelle ultime tre giornate per portarsi a quota 22 punti, gli stessi dei pugliesi, e tirasi fuori dalle sabbie mobili. In un match arrivato in perfetta parità all’ultimo quarto, il Nutribullet ha la meglio grazie ai 25 punti di testa di Bortolani e Russell, mentre non bastano i brindisi e 21 (con 7 rimbalzi e 6 assist) di Gentile.

FORTITUD BOLOGNA – TRENTO 89-69
Vittoria schiacciante e fondamentale per la Fortitudo Bologna, che ha battuto Trento 89-69 nello scontro salvezza e se ha costruito un’ultima occasione per provare a rimanere in Serie A. Dopo un primo tempo equilibrato, bene a 40 par all’intervallo lungo, gli emiliani Piazzano la stoccata nel terzo quarto e, sulle ali delle giocate di Benzing (22 punti) e Aradori (17), volano fino all’89-69 finale, che li porta ad appena due punti da Napoli terzultima. Trento è appena più su.

Add Comment