ecco temo la discordia

Nel GP di Miami la F1 si sta trasformando in una polemica feroce. Ma con l’addio di Michael Masi non si doveva essere risolto tutto?

C’era grande attesa per il GP di Miami, el primo in Florida dopo l’annuncio del ritorno di qualche ano fa della F1. Una sorta di Montecarlo bis, vista tutto intorno alla sagoma che ha accompagnato questa corsa. Alla fine c’è un datos che è emerso più di tutti: quello dei 240 milioni di telespettatoriDirò di nuovo Esausto per l’evento Dobbiamo dirlo non era così scontato, visto il rapporto degli americani con il mondo dei motori “europei”.. Il numero dei circuiti in visita della F1 negli anni fa capire che l’amore ha sempre stentato a decollare. Ma con Miami, e l’anno prossimo con Las Vegas, c’è da scommettere che gli Usa cominceranno a fare sul serio (forse).

Una fase garage di F1 a Miami (ANSA)

C’è da dire però che il GP di Miami ha visto esplodere il nuovo mondiale della F1 in polemiche di vario tipo, che hanno reso la “festa” meno gioiosa. Non ci si aspettava che proprio nella corsa più attesa di questa prima parte di stagione potessero scatenarsi tutte queste problematiche. Invece…

F1, non c’è Masi ma le polemiche rimani

Nel 2021 il destino di Abu Dhabi è stato solo l’ultimo di una lunga serie, che non smetterà di aumentare la tensione con la squadra, in particolare con quella che se giocavano il titolo, Red Bull e Mercedes. Nel mirino allora era finito miguel masidirettore di gara, che dopo l’epilogo in favore di max verstappen finì sotto accusa pesantemente, condannato per “aver deciso” con sue sue scelte il padrone del Mondiale. Sul volgere di poche setimane, ha visto anche il silenzio di Lewis Hamilton e la duratura parole del team Mercedes, è diventato l’unico uomo in F1, sia con il cambio di presidenza alla FIA che con l’arrivo di Masi.

Oggi Masi non c’è più ma la F1 rimane ad alto tasso di litigiosità. E a Miami la tensione è tornata a galla su più fronti. La prima vicenda ad emergere è stata quella del Ho diviso il pilota dalla Federazione di indossare oggetti metallici come orecchini, gioielli, orologi. Il motivo di questa decisione è legato alle possibilità di utilizzo that potrebbe essere causa dagli oggetti metallici in seguito a eventuali incendi, oltre alla volontà di facile i soccorsi. Proprio por questo è stato stabilito che i piloti indossano indossare “guanti, indumenti lunghi, sottocasco, calzettoni e scarpe omologate secondo gli standard richiesti dalla Federazione internazionale e resistenti al fuoco”.

Premi il cielo. Nel primo tempo a Miami c’è una voce contrastante susseguirsi, con piloti come Hamilton e Sebastian Vettel, non nuovo quest’ultimo tra l’altro un’iniziativa eccentriche, capofila. Polemica che è divampata ancor di più sabato, quando Esteban Ocon Ha avuto un impatto durissimo contro di lui spazzare durante le FP3, nello stesso punto in cui sbattuto nelle aveva liberate precedente il ferrarista Carlos Sainz. Il francese ha a volte svelato che nel briefing del pilota se era un relatore del muro non protetto e se era un partito della FIA e tutte le organizzazioni lo hanno modificato, ma non è la cosa principale. Che ovviamente è stato imbestialire i piloti, che all’improvviso hanno notato l’incoerenza. Se introduciamo no regole por la sicurezza dei piloti e por a specific request di a barra en pista si il tutto?

Per non parlare poi di quanto accaduto in gara, con l’incidente tra pierre gasley me lando norriscon la pista piena di detriti lasciati dalla gomma del pilota McLaren che hanno portato un paio di tornate con il auto di sicurezza virtuale quando ti era ovvio che era troppo rischioso lasciare così la pista e far intervenire la classica assicurazione auto per mettere ai commissari di ripulire in maniera adeguata il punto di interesse.

Può bastare? Neanche per idea: un rendere più rovente l’ambiente alche la fidanzata Mercedes dell’ala anteriore rivista, che flette decisamente con l’aumentare della velocità. Per non parlare del profilo esterno, che mira a scaricare fuori l’aria: ma non era vietato l’outwash? Non sono vietate ali troppo flessibili? Le immagini parlano chiaro. Ma la FIA dov’è? Chiedono un po’ tutti adesso. Vedremo se a Barcellona le polemiche monteranno di nuovo.

Add Comment