Milan, non solo Origi: la strategia per completare l’attacco | primapagina

Illinois Milano Dal presente continua a lottare per uno scudetto che rappresenterebbe il coronamento di un figlio quasi insperato a inizio estagione ma concreto reso dal lavoro straordinario di giocatori, Pioli e personale tecnico. Il Milan del futuro, invece, ha cominciato a delineare se perché, a fare a meno di come finire quest’anna, Maldini e Massara stanno programmando colpi e rinforzi per continuare a far crescere questo splendido gruppo. E in particolare, è la distribuzione dell’attacco che ha bisogno del restyling più importante con un dubbio, per una certezza e una strategia ben definita.

UN DUBBIO E DUE CERTEZZE – Molto passerà dal futuro di Zlatan Ibrahimovic, sempre più vicino a dire basta con un fisico che ormai non gli permette più di riempire con continuità e di essere disponibile e decisivo per più di 20/25 minuti a partita. Saper dire abbastanza non è semplice e non è escluso che possa comunque scegliere di continuare con un ruolo marginale. Le due certezze, invece, sono rappresentate da Olivier Giroudche ha ancorato un anno di contratto e se fosse ritrovato un fare il titolare in questa annata, e Divock originale che ancora non è ufficiale, ma presto sarà.

1 PREVENTIVO PER 2 – Il Milan non si fermerà ad Origi perché la società è consapevole che fra trequarti, attacco ed esterno offensive destro, almeno un altro colpo, anzi due, essere complete. ioIl budget c’è, ma difficilmente mi permetterà di portare a termine tre colpi di livello top perchè questo è dovuto all’esterno offensivo destro se sta lavorando su profili come quello di Asensio è fra trequarti e altro bomber che si possono delinear obiettivi utili duttili (it is not a case che il Milan sia un interessato nkunku della Lipsia) oppure dovrà essere fatta una scelta netta verso un altro 9 di spicco (là Nunez dal Benfica o lì Davide di Lilla). Idee e strategie, la Milano del futuro se si sta delineando. Quello del presente, però, dovrà prima trasformare il figlio in realtà.

Add Comment